RANKING WTA: KERBER NUMERO DUE DEL MONDO

Angelique Kerber vince gli Australian Open e si prende la seconda posizione mondiale. Tanti cambiamenti in Top 10, best Ranking per Carla Suarez Navarro. Guadagnano terreno tutte le sorprese del torneo (Konta, Gavrilova, Friedsam e Zhang). Più o meno stabili le azzurre.

Tennis – Smaltita la sbornia e superata la straordinaria vittoria di Angelique Kerber sui campi di Melbourne Park, è tempo di guardare al futuro. Con un nuovo Ranking. Perchè al termine di due settimane folli, anche la classifica ha preso una nuova fisionomia. Abbiamo una nuova numero due del mondo ed è proprio la fresca vincitrice dello Slam australiano. La teutonica, che ha riportato un Major in patria dopo 17 anni, ha guadagnato quattro posizioni e si è issata a “soli” 3500 punti da Serena WIlliams, saldamente prima.

Cambiamenti anche in Top 5, di conseguenza, con Simona Halep al terzo posto e Garbine Muguruza al quinto. La spagnola, che ha perso due posizioni, si trova a questo punto davanti a Maria Sharapova, a sua volta uno scalino più in basso rispetto alla classifica della settimana scorsa. Le regole del Ranking consentono a Flavia Pennetta, ormai ritirata, di guadagnare una posizione e di godersi dal divano la settima piazza davanti a Carla Suarez Navarro, che scalini ne ha saliti tre.

Chiudono la Top 10 le due ceche, Petra Kvitova e Lucie Safarova, rispettivamente più in giù di una e due posizioni. A piedi delle prime dieci giocatrici del mondo si avvicina sempre più prepotentemente Belinda Bencic, adesso a 300 punti dall’obiettivo. Nel gioco di chi sale e di chi scende, guadagnano Viktoria Azarenka (14, +2) e Svetlana Kuztnesova (17, +3) e perdono Venus Williams (12, -2) e Karolina Pliskova (13, -1). Balzo in avanti per la sorpresa del torneo, Johanna Konta, in Top 30 per la prima volta in carriera (28, +16).

Guadagnano, e tanto, anche Daria Gavrilova (33, +6), Annina Beck (39, +16) e Anna-Lena Friedsam (52, +30), scende sempre più in basso l’oramai “desaparecida” Eugenie Bouchard (58, -21) che proprio dai quarti di finale a Melbourne l’anno scorso aveva iniziato la sua imprevedibile involuzione. Ma la storia più bella l’ha regalata la cinese Shuai Zhang, mai oltre il primo turno in un torneo dello Slam e addirittura ai quarti di finale agli Australian Open. La 27enne di Tientsin, con un passato da numero 30, ha guadagnato la bellezza di 68 posizioni ed è andata a piazzarsi alla 65/ma posizione a 900 punti dal suo Best Ranking.

Più o meno stabile la situazione delle azzurre. Roberta Vinci (16, -1) rimane in Top 20, Sara Errani perde tre posizioni e si stabilizza alla 22/ma dopo la sconfitta al primo turno. Cede quattro posizioni Camila Giorgi, anche lei fuori al primo turno (ma estromessa da Serena Williams) e adesso 40/ma. Appena venti posizioni più dietro troviamo Karin Knapp (60, -1), che chiude il quartetto di italiane nelle prime 100. Stabile Francesca Schiavone (115), poi per trovare un’azzurra bisogna addirittura arrivare alla piazza numero 257, occupata da Martina Caregaro.


Nessun Commento per “RANKING WTA: KERBER NUMERO DUE DEL MONDO”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Agosto 2017

  • Arrembaggio US Open L'ultimo Slam della stagione fa gola a molti, sopratutto a chi come Novak Djokovic o Andy Murray deve dimenticare un 2017 "zoppicante". Il prestigioso torneo americano fa però gola più di tutti a Roger Federer, il dio del tennis che vuole il ventesimo titolo Major.
  • Quando il gatto non c'è... i topi ballano. Mai detto fu più appropriato per Venus Williams, che sta sfruttando l'assenza per maternità della fortissima sorella Serena per ottenere ottimi risultati sul circuito e dimenticare guai fisici e gravi vicissitudini personali.
  • Sognate di lavorare per l'Atp? Leggete la nostra intervista a Nicola Arzani, Vice Presidente Media e Marketing dell'Associazione dei Tennisti Professionisti, e scoprite se questo "job" fa davvero per voi.