RANKING WTA. SERENA WILLIAMS NUMERO 1. TOP 10 INVARIATA

Nella settimana che porta al primo weekend di Fed Cup la classifica Wta si mantiene sostanzialmente invariata. Serena Williams resta solida in prima posizione e, tolte la sorella Venus e la nostra Francesca Schiavone, è anche la più anziana tra le prime 100 tenniste del mondo.

Tennis – È stata una settimana abbastanza anonima quella che si è appena conclusa in ambito Wta. Il primo turno del World Group di Coppa Davis ha attirato il grosso dell’attenzione e le vittorie di Kristina Mladenovic ed Elina Svitolina, rispettivamente a San Pietroburgo e Taipei, sono passate quasi inosservate.

Una situazione di relativa calma tra le donne del tennis che, inevitabilmente, si è tradotta nei pochissimi cambiamenti nel ranking Wta. Anzi, per dirla tutta, le prime quattordici tenniste del mondo sono rimaste al loro posto. In testa, con 7780 punti, c’è sempre Serena Williams, che dopo la vittoria a Melbourne ha riconquistato anche il primato nel ranking. Al secondo posto, distanziata di 665 punti dalla statunitense, c’è la tedesca Angelique Kerber. Karolina Pliskova, Simona Halep e Dominika Cibulkova chiudono la top 5. Seguono Agnieszka Radwanska (4915 punti), Garbiñe Muguruza, l’highlander Svetlana Kuznetsova, Madison Keys e la classe 1991 Johanna Konta. All’undicesimo posto ecco Venus Williams, finalista agli Australian Open. Dietro di lei Petra Kvitova, Elina Svitolina e Carla Suarez Navarro.

Elina Vesnina e Timea Bacsinszky si scambiano le posizioni, con la russa ora al numero 15. Altro scambio di posizioni tra Samantha Stosur, ora numero 22 e Anastasia Pavlyucenkova (23). Un ottimo salto in avanti lo realizza la tennista kazaka classe 1995 Yulia Puntitseva, che passa dalla piazza numero 34 alla 27 dopo aver giocato la finale a San Pietroburgo. Stesso discorso va fatto per chi a San Pietroburgo ha vinto. La francese Kristina Mladenovic realizza un salto di ben 20 posizioni, passando dalla 51 alla 31. Buona anche la settimana di Shuai Peng. La tennista cinese avanza, complice la finale conquistata a Taipei, dalla piazza numero 71 alla 59. Nandy Minella, tennista lussemburghese di quasi 32 anni semifinalista sempre a Taipei, passa dall’occupare la casella numero 93 del ranking alla numero 78. Nello stesso tempo, ma in un torneo diverso – San Pietroburgo – una tennista nata nel 1997 a Volgograd che di nome fa Natalia Vikhlyantseva gioca la semifinale e conquista per la prima volta in carriera la top 100 Wta.

Italiane in classifica. Top 100 Wta che viene chiusa dall’intramontabile Francesca Schiavone, che come sappiamo chiuderà la carriera alla fine di questa stagione. La prima delle nostre portacolori è Roberta Vinci, numero 21. La tarantina mantiene costante il suo ranking in questa settimana. Alla posizione numero 49, in discesa dalla numero 47, c’è Sara Errani. La bolognese ha ripreso gli allenamenti dopo l’infortunio subito durante gli Australian Open e, a detta di Tathiana Garbin “è molto motivata e vogliosa di difendere i colori dell’Italia nella sua terra, a cui è tanto legata”. Detto di Francesca Schiavone, convocata anche lei per il weekend di Fed Cup, chi non giocherà in Fed Cup è Camila Giorgi. La maceratese scende dalla posizione numero 74 alla 75, mentre Karin Knapp resta stabile in 144esima piazza. Più o meno stabile, infine, il ranking delle due prossime esordienti in Fed Cup. Perde due posizioni Jasmine Paolini, ora numero 215, mentre ne guadagna una Martina Trevisan, ora numero 230 del ranking Wta.

Foto: Serena Williams (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “RANKING WTA. SERENA WILLIAMS NUMERO 1. TOP 10 INVARIATA”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora