RIO 2016: BRONZO A SAFAROVA/STRYCOVA NEL DOPPIO

Lucie Safarova e Barbora Strycova vincono la medaglia di bronzo nel derby ceco contro Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka, che al contrario si devono accontentare di un quarto posto.

Tennis. Nel derby ceco si impongono Lucie Safarova e Barbora Strycova (7-5, 6-1) che si aggiudicano il terzo posto sul podio del torneo di doppio, dopo aver battuto ai quarti le nostre azzurre Sara Errani e Roberta Vinci.

Il match. Nel primo set sono andate subite in vantaggio le connazionali Andrea Hlavackova e Lucie Hradecka: avanti per 3 giochi a 1, hanno però subito la rimonta di Safarova/Strycova. Sul 3-2, Hlavackova/Hradecka hanno tenuto il game di servizio portandosi sul 4-2, ma da qui nessuna coppia ha concesso break, dunque si è arrivati alla parità sul 5-5. L’importante break decisivo è arrivato proprio su questa parità: a conquistarlo sono state Safarova/Strycova che avanti 6-5 hanno chiuso il primo parziale. Nel secondo non c’è stata lotta: le vincitrici del primo set si sono portate avanti per 3 giochi a 1: Hlavackova/Hradecka hanno perso la battuta come i restanti game, lasciando la medaglia di bronzo alle connazionali Safarova/Strycova.

Nel doppio misto le semifinali hanno visto il trionfo della coppia statunitense Venus Williams/Rajeev Ram contro gli indiani Sania Mirza e Rohan Bopanna; mentre il duo ceco di Radek Stepanek/Lucie Hradecka sono stati sconfitti dall’altro tandem statunitense di Jack Sock/Bethanie Mattek-Sands.


Nessun Commento per “RIO 2016: BRONZO A SAFAROVA/STRYCOVA NEL DOPPIO”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora