RIO 2016, PER UN COLPO MARTINA HINGIS NON PERSE LA MEDAGLIA

La semifinale del doppio femminile a Rio 2016 è stata decisa dal colpo subito dalla Hlavackova per mano dell’esperta Martina Hingis

TENNIS – Si parla spesso del tennis come di una disciplina senza contatto e per questo più “nobile” di altri sport. È altrettanto veritiero però affermare che non mancano infortuni e situazioni sfortunate. Ed è certo che sia stata la fortuna a colpire dritto in faccia la ceca Andrea Hlavackova. Durante la semifinale del doppio femminile contro il duo svizzero composto da Hingis e Bacsinsky, la Repubblica Ceca stava dominando, guidava per 7-5 5-4 ed era ad un passo dalla seconda finale olimpica consecutiva. Ad un passo dal baratro, proprio nel momento del match point ceco, la Hingis sparava una volee alta molto forte, che colpiva in pieno volto la malcapitata avversaria. La platealità della caduta e il forte dolore accusato in campo avevano fatto temere il peggio. Nonostante la clamorosa rottura dell’osso orbitale, la Hlavackova si è rialzata dopo qualche attimo di stordimento e ha continuato a giocare, non riuscendo però a recuperare la forma non solo per il match contro le svizzere, ma anche per il derby ceco valevole per la medaglia di bronzo.

A completare la giornata fortemente negativa per la coppia ceca, oltre alla visita in ospedale per la Hlavackova ci si è messa anche la concomitanza di impegni di Lucie Hradecka, che è dovuta tornare in campo al fianco di Radek Stepanek per il doppio misto. La coppia ha quindi subito un crollo verticale, vedendo quindi sfumare drasticamente ogni chance di podio olimpico. Tornando al momento decisivo, non si può certo parlare di mancanza di spirito olimpico: nel tennis è possibile anche mirare al corpo dell’avversario senza tirare in ballo il concetto di sportività, e si può certamente pensare che la Hingis abbia colpito volutamente al volto l’avversaria. Le polemiche, però, non si sono placate, visto che la Hlavackova ha criticato l’atteggiamento della più esperta svizzera: «Martina è una delle più grandi, sa dove piazzare la palla. Quando ho rivisto le immagini ho notato che attorno a me c’era molto spazio, devo ammettere che poteva tirare altrove».

Non è mancata la stoccata, considerato che, secondo la ceca, la Hingis era maggiormente preoccupata di un eventuale timeout medico piuttosto che delle condizioni dell’avversaria. Al termine di una giornata clamorosa, la Hlavackova se l’è cavata con un paio di vistosi occhiali da sole a coprire un occhio gonfio, ha dovuto abbandonare i sogni di gloria ma, soprattutto, dovrà fare i conti con le eventuali conseguenze della botta rimediata allo zigomo, non essendo ancora scongiurato il rischio di una delicata operazione chirurgica. Il “rovescio della medaglia” fa tirare in ballo un vecchio proverbio. Per un punto, il monaco Martino non fu nominato priore e perse la cappa. A Rio, durante le semifinali di doppio femminile, Martina per un colpo non ha perso la medaglia, ma si è dovuta “accontentare” di un argento dopo il ko in finale contro la duo russo composto da Makarova e Vesnina. Colpo fortuito, situazione sfortunata, simile a tante nello sport, ma il dolore e la delusione per il momento non vanno via in casa della Repubblica Ceca.


Nessun Commento per “RIO 2016, PER UN COLPO MARTINA HINGIS NON PERSE LA MEDAGLIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • RIO 2016: VESNINA-MAKAROVA COPPIA TUTTA D’ORO Si aggiudica la medaglia d'oro di doppio femminile la coppia russa Vesnina-Makarova che ha battuto in un doppio 6-2 le elvetiche Martina Hingis e Timea Bacsinszky
  • SVIZZERA ALLE OLIMPIADI, UN FORFAIT TIRA L’ALTRO Ai giochi olimpici di Rio in Brasile, la nazionale elvetica dovrà rinunciare a Federer, Bencic e Wawrinka, salutando ogni velleità di medaglia
  • GLI ALTRI TITOLI DI PARIGI Mirnyi-Nestor vincono il doppio maschile. Alle ceche Hlavackova-Hradecka (nella foto) quello femminile.
  • SARA ERRANI E ROBERTA VINCI: VITTORIA CON BALLETTO FINALE Indubbiamente Sara Errani e Roberta Vinci giocano meglio in doppio di come ballano. Ma questo poco importa per il lustro che le due meravigliose tenniste stanno dando al nostro Paese. In […]
  • IL DOPPIO FEMMINILE PARLA CECO TENNIS - Hlavackova e Hradecka conquistano il titolo di doppio rimontando un set di svantaggio alle australiane Barty e Dellacqua. Per la prima volta nella storia dello Us Open il trofeo […]
  • TUTTO PRONTO PER I WTA CHAMPIONSHIPS A Istanbul sono stati sorteggiati i gironi preliminari. Sara Errani è inserita nel gruppo bianco, assieme a Sharapova, Radwanska e Kvitova. Nel gruppo rosso Serena Williams, Azarenka, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Marzo 2017

  • Roger guarda sepre più avanti. Dopo l’incredibile traguardo raggiunto a Melbourne, il favoloso Federer non si pone più limiti e guarda al suo 2017 con occhi nuovi. È tornato a pensare che Wimbledon sia un suo terreno di conquista e spera di riuscire a riprendere le chiavi di quel “giardino incantato”.
  • Rafa vuole il Real Madrid. Un giorno vorrebbe diventare il Presidente del famoso club calcistico madrileno, ha ammesso Nadal, che da sempre ha una grande passione per il pallone. Che stia già pensando al ritiro dal circuito della racchetta.
  • Gli azzurri di Davis sognano. Dalla vittoria di primo turno, fatta registrare in Argentina sulla squadra detentrice dell’insalatiera d’argento, riprende la corsa di una nazionale italiana motivata e generosa, capace di riaccendere l’entusiasmo dei suoi tifosi.