ROGER VASSELIN DICE BASTA, COL SINGOLO: “MI DEDICO AL DOPPIO”

Roger Vasselin dice basta con i tornei in singolare per dedicarsi solo al doppio: troppo seri i problemi all'anca

Tennis. E’ tempo di grandi annunci, recentemente, sia nel tennis che più in generale in ambito sportivo. Da quello shock di Nico Rosberg, fresco campione del mondo di F1, all’annuncio di ieri di Ana Ivanovic che a soli 29 anni decide di dire basta per quei ripetuti problemi fisici che le hanno impedito di esperimersi all’altezza delle sue possibilità negli ultimi anni.

Il nome di Roger Vasselin non è probabilmente paragonabile ai sopra citati, ma c’è da registrare comunque il suo annuncio tramite il profilo personale di facebook che comunica il suo ritiro, almeno per quanto concerne l’attività in singolo. Il francese infatti, n.35 come best ranking due anni e mezzo fa, vanta comunque un grande risultato in carriera: il Roland Garros vinto in coppia con Benneteau a Parigi nel 2014. un risultato che poteva essere replicato quest’anno a Wimbledon in una finale tutta francese, ma questa volta vinta da Herbert e Mahut.

È giunto il momento di cambiare pagina. Negli ultimi due anni i problemi all’anca mi hanno impedito di giocare al 100% e il mio fisico non può più sopportare le sollecitazioni cui era abituato. Voglio essere competitivo ancora per qualche anno, ma devo ridurre gli impegni ed essere ragionevolela cosa positiva sta nel fatto che potrò stare con mio figlio per periodi molto più lunghi, e finalmente vederlo crescere“, si legge nel comunicato del tennista su facebook.

Per lui due finali Atp 250 perse, ma soprattutto grandi risultati in doppio come anche il Masters 1000 di Cincinnati. Ora avrà modo e tempo di dedicarsi esclusivamente alla specialità della casa, con la concreta possibilità di replicare i grandi exploit passati, nemmeno troppo lontani.


Nessun Commento per “ROGER VASSELIN DICE BASTA, COL SINGOLO: "MI DEDICO AL DOPPIO"”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.