A ROMA TRAVAGLIA VINCE E ACCEDE AL MAIN DRAW. OUT ISNER E JANOWICZ

TENNIS - A Roma Stefano Travaglia batte lo sloveno Rola e accede al main draw: domani incontrerà Simone Bolelli. Nei primi turni, fuori John Isner e Jerzy Janowicz, battuti da Melzer e Kohlschreiber; bene Robredo e Stepanek. Tra le donne, passano al tabellone principale Belinda Bencic e Mona Barthel; fuori la Goerges.

Tennis. A Roma sono terminate oggi le qualificazioni maschili e femminili, mentre si sono già svolti alcuni primi turni del tabellone ATP, tra conferme e qualche sorpresa. Su tutte, colpiscono le uscite di scena di John Isner e Jerzy Janowicz. Lo statunitense, da tempo in crisi di risultati, è stato protagonista di una prestazione piuttosto spenta contro il veterano austriaco Jurgen Melzer, ed è uscito sconfitto con lo score di 7-6(5) 6-3. Dopo aver perso il primo parziale al tie-break, ‘Long John’ ha ceduto subito nel secondo set, complice il nervosismo e la rabbia, tra imprecazioni e grida che mal si conciliano il placido e paziente giocatore che abbiamo imparato a conoscere. Melzer, invece, è apparso molto lucido sin da subito e, galvanizzato dal successo nel primo set, è stato solidissimo nel secondo, approfittando con perizia dei tanti errori dell’avversario; al prossimo turno sfiderà il vincente tra il qualificato Santiago Giraldo e Marin Cilic.

Male anche Jerzy Janowicz. Il dandy di Lodz è stato sconfitto in tre set dal tedesco Philipp Kohlschreiber, forse più per demeriti suoi che per virtù dell’avversario. Dopo aver vinto il primo set per 6-4, il ceco ha iniziato a spegnersi, perdendo il secondo per 6-7 e poi crollando definitivamente nel terzo set; una brutta sconfitta che inciderà fortemente anche sul ranking di Jerzy, che qui l’anno scorso aveva conquistato i quarti di finale. Kohlschreiber, comunque autore di un’ottima prestazione, al prossimo turno si scontrerà contro lo spagnolo Tommy Robredo, il quale oggi – sempre sul Campo Centrale – ha battuto l’argentino Juan Monaco per 7-6 6-4.

Passano al secondo turno anche il kazako Mikhail Kukushkin (vittoria in tre set lottatissimi contro il portoghese Joao Sousa), il ceco Radek Stepanek (altra maratona contro l’iberico Pablo Andujar) e il transalpino Jeremy Chardy, con un doppio 6-4 contro l’olandese Robin Haase.

 

 

Qualificazioni maschili. Dopo la strage di italiani di ieri, l’unico rimasto a galla era Stefano Travaglia, che aveva sconfitto a grande sorpresa Albert Montanes, impegnato contro lo sloveno Blaz Rola, 23 anni e n. 100 del mondo. Una partita sulla carta impegnativa, che il ventitreenne di Ascoli Piceno, n. 296 del mondo, ha affrontato con grande coraggio, sostenuto dal già folto e acceso pubblico di tifosi presenti nel Campo 1 del Foro Italico. Travaglia non ha avuto grossi problemi a prevalere con un netto 6-4 6-2 in poco più di un’ora e si garantisce così un posto nel tabellone principale. Domani incontrerà Simone Bolelli. 

Esce di scena a sorpresa Sam Querrey, che ieri aveva battuto il nostro Salvatore Caruso. Lo statunitense ha mostrato una prova deludente, ben diversa da quella messa in campo contro l’italiano, ed è stato sconfitto dal n. 96 del mondo Pere Riba con il punteggio di 7-6 6-3. Ottima vittoria, invece, per il ventiseienne kazako Andrey Golubev, che ha estromesso il francese Adrien Mannarino. Successo molto più sofferto per il giovane spagnolo Pablo Carreno Busta, che ha sconfitto  il serbo Dusan Lajovic nell’unico match conclusosi in tre set, per 6-2 2-6 6-3.

Superano il turno decisivo delle quali anche Santiago Giraldo, classe ’87 e n. 46 del mondo, fresco di una splendida finale raggiunta due settimane fa a Barcellona, persa contro Kei Nishikori; il colombiano ha liquidato con un doppio 6-1 il trentaquattrenne Victor Estrella Burgos. Infine, accedono nel tabellone principale il veterano francese Stephane Robert (vittoria con doppio 6-4 su Albert Ramos) e il colombiano Alejandro Gonzalez, in due set sul connazionale Falla.

Qualificazioni femminili. Tra le donne, invece, accede nel main draw la tedesca Mona Barthel, che dopo aver sconfitto l’iberica Torro-Flor ha superato anche la francese Virginie Razzano, ritiratasi per un malessere fisico dopo aver perso il primo set 6-3. Passa anche la bella ceca Petra Cetkovska, che nelle ultime settimane sta mostrando segnali di ripresa dal lungo infortunio, battendo in tre set la rumena Monica Niculescu; bene anche l’americana Christina McHale (6-4 6-2 sulla svizzera Voegele), la portoricana Monica Puig (6-4 6-3 sulla francese Mladenovic), l’australiana Casey Dellacqua (doppio 6-1 sull’argentina Ormaechea) e la sudafricana Chanelle Scheepers (6-2 6-0 sulla giovane croata Tomljanovic).

Da segnalare la bella vittoria della stellina teenager Belinda Bencic; la svizzera ha lasciato appena tre game alla polacca Urszula Radwanska. Male, anzi malissimo Julia Goerges; la tedesca, ora n. 99 del mondo, dopo aver mostrato segnali di recupero a Stoccarda, oggi ha perso una partita alla sua portata, contro la pur brava statunitense Lauren Davis.

 

Roma, Internazionali d’Italia – Primi turni maschili:

Melzer b. Isner 7-6 6-3

Kohlschreiber b. Janowicz 4-6 7-6 6-2

T. Robredo b. J. Monaco 7-6 6-4

M. Kukushkin b. J. Sousa 6-3 6-7 6-3

J. Chardy b. Robin Haase 6-4 6-4

R. Stepanek b. P. Andujar 5-7 6-3 6-4

Roma, Internazionali d’Italia – Finale Qualificazioni Maschili:

S Travaglia b. B Rola 64 62

(12) A Gonzalez b. (6) A Falla 64 64

(1) S Giraldo b. V Estrella Burgos 61 61

P Riba b. (7) S Querrey 76(6) 63

(14) S. Robert b. A Ramos 64 64

(4) A Golubev b. A Mannarino 63 64

(5) P Carreno Busta b. (13) D Lajovic 62 26 63

Roma, Internazionali d’Italia – Finale Qualificazioni Femminili:

P. Cetkovska b. [16] M. Niculescu 4-6 7-5 6-1

[4] C. McHale b. [12] S. Voegele 6-4 6-2

C. Scheepers b. [15] A. Tomljanovic 6-2 6-0

[10] L. Davis b. J. Görges 6-3 6-4

[3] C. Dellacqua b. [11] P. Ormaechea 6-1 6-1

M. Barthel b. [14] V. Razzano 6-3 ret.

B. Bencic b. [13] U. Radwanska 6-1 6-2

 

 

Foto di Angelo Tonelli


Nessun Commento per “A ROMA TRAVAGLIA VINCE E ACCEDE AL MAIN DRAW. OUT ISNER E JANOWICZ”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.