ROY EMERSON: 80 E NON SENTIRLI!

Tanti auguri a Roy Emerson, Emmo per gli amici. Il primo e unico tennista ad ottenere tutti e 4 i Grand Slam sia nel singolare che nel doppio

Tennis – Oggi compie 80 anni Roy Stanley Emerson, l’unico tennista ad aver conquistato tutti e 4 i Grand Slam sia in singolare che nel doppio. 28 titoli del Grand Slam totali (12 nel singolo e 16 nel doppio) hanno reso Emmo una leggenda: dal 1982, infatti, il suo nome si trova nella Hall Of Fame.

Non male per un ragazzo che ha iniziato a “tirar di tennis” aiutandosi con il recinto del pollaio di casa. La sua forza nelle braccia deriva dal traino delle mucche, essendo figlio di un umile fattore che comunque ha creduto in lui portandolo a Brisbane, dove il giovane Roy incontrerà Harry Hopman.

Nell’Era pre Open, Emerson è stato il numero 1 del mondo nel 1964, 1965 e 1967, con ancora tanta voglia di fare e di combattere. Vinse il suo ultimo Slam nel 1967, il Roland Garros, e l’ultima finale di doppio la giocò a Wimbledon al fianco di Rod Laver, il suo amico/nemico (Emmo ottenne i 16 Slam con 5 partner diversi).

È stato il più grande ostacolo di tutta la mia carriera, perché l’idea di perdere non lo sfiorava nemmeno” dirà così la sua nemesi Laver.

Emerson era il miglior giocatore di doppio della storia del tennis moderno, e probabilmente il miglior giocatore di dritto di tutti i tempi. Era così veloce che riusciva a coprire tutti gli spazi. Gene Mako e Johnny Van Ryn ogni tanto riuscivano a fare qualcosa di simile, ma non così spesso e così bene come Emerson” ha scritto Jack Kramer nella sua autobiografia.

Il suo record di vittorie Slam venne superato solo nel 2000…da un certo Pete Sampras, ma i tempi erano comunque già cambiati.

Nel 1959, Roy Emerson perse la finale di doppio del French Open, in coppia con Neale Fraser, per mano di Nicola Pietrangeli e Orlando Sirola. Pietrangeli lo aspettò nuovamente al varco battendolo a Gstaad nel 1963 e l’anno dopo ai quarti di finale dello Slam francese…erano altri giocatori ed era un’altra Italia.

Emerson ha probabilmente cambiato lo stile di gioco maschile a livello di tecnica. Prima che ci riuscisse lui stesso, era raro poter mantenere una costanza prolungata del serve&volley..lui ci riuscì” secondo John Barrett, scrivendo nella storia ufficiale di Wimbledon.

In termini di Nazionale, Roy Emerson ha sollevato per ben 8 volte l’insalatiera tra il 1959 e il 1963, inoltre, è fregiato del titolo di miglior giocatore della Coppa Davis: 21 vittorie su 23 nel singolare e 13 su 15 nel doppio.

I numeri di EmersonSingolare: 6 Australian Open, 2 Roland Garros, 2 Wimbledon, 2 US Open. Doppio: 5 Australian Open, 6 Roland Garros, 3 Wimbledon, 4 US Open.

Auguri Emmo…


Nessun Commento per “ROY EMERSON: 80 E NON SENTIRLI!”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Giugno 2017

  • Rafael e Roger all'arrembaggio. I trionfatori dei primi due Slam stagionali vogliono entrambi Wimbledon. Lo svizzero ha saltato il Roland Garros per prepararsi al meglio proprio in vista dei Champioships, lo spagnolo invece ha vinto a Parigi e ora spera che il fisico lo assista anche a Londra..
  • I ventenni Zverev e Ostapenko incalzano. Il tedesco sta riportando risultati interessanti che per un momento gli hanno fatto agganciare la top-ten, mentre la lettone come prima vittoria sul tour si è presa il titolo del Roland Garros. Teneteli d'occhio!
  • Alex Corretja si racconta. In un'intervista esclusiva a Tennis Oggi il 43enne spagnolo, ormai brizzolato ma dal fisico integro, ricorda la sua carriera e parla del suo fenomenale connazionale Nadal.
 

Abbonati ora