SABINE LISICKI DA’ FORFAIT AGLI AUSTRALIAN OPEN

Nienteb Australian Open per Sabine Lisicki. La tedesca numero 92 del mondo ha annunciato su Instagram di aver rinunciato alla sua nona presenza di fila agli Australian Open

Tennis – La finalista di Wimbledon 2013, Sabine Lisicki, ha annunciato che non parteciperà agli Australian Open per avere la possibilità di riprendersi da un infortunio alla spalla. La tedesca ha infatti deciso di riposare per poter recuperare al meglio la forma fisica.

Dopo aver giocato uno dei miei tornei preferiti per 8 anni di fila, non potrò competere agli Australian Open di quest’anno. Mi mancherà non essere là! Al momento però devo prendermi cura della mia spalla. Sono determinato a tornare in piena forma e forza e vi terrò aggiornati sui miei progressi. Apprezzo tutto l’amore e il sostegno che i miei fan mi danno!” ha scritto sul suo profilo Instagram.

Sabine Lisicki, meglio conosciuta come “Bum Bum Bine, ha conquistato in carriera 4 titoli WTA: Charleston 2009, Birmingham 2011, Dallas 2011 e Hong Kong 2014. Il 6 luglio 2013 riuscì ad arrivare per la prima volta alla finale di uno Slam, Wimbledon, perdendo contro la francese Marion Bartoli 6-1 6-4. Nel 2014 ha stabilito il record per il servizio più veloce in ambito femminile servendo, nel primo turno giocato contro Ana Ivanovic a Stanford, una palla a 210,8 km/h scalzando il precedente primato che apparteneva a Venus Williams.

 

 


Nessun Commento per “SABINE LISICKI DA' FORFAIT AGLI AUSTRALIAN OPEN”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.