SHAHAR PEER SI RITIRA DAL TENNIS

La 29enne Shahar Peer ha annunciato sulla sua pagina di Facebook il proprio ritiro dal tennis a causa di una continua infiammazione alla spalla.

“Voglio condividere con voi una delle decisioni più difficili della mia vita”, queste le parole che ha scritto Shahar Peer, su famoso social. La 29enne è stata la prima israeliana ad aver raggiunto i quarti di finale in 2 Slam nel 2007.

Dopo 23 anni, di cui 13 come giocatorice nel circuito professionistico internazonale, ho deciso di ritirarmi. Ho preso questa decisione a causa di una infiammazione cronica alla spalla che dura ormai da 2 anni e mi impedisce di giocare al livello a cui sono abituato“.

Shahar Peer nel 2006, ha vinto 3 tornei WTA: Pattaya Open, Praga e Istanbul. Nel 2009, l’israeliana aveva vinto altri due tornei del circuito:  Canton in Cina e Tashkent in Uzbekistan. Nel 2008, sempre a Melbourne ha perso la finale di doppio. Ha disputato i Giochi Olimpici di Pechino 2008 e Londra 2012.

Dopo aver raggiunto il 13 ° posto a livello mondiale nel 2010, Shahar Peer era scesa al gradino n. 177 nel 2015.


Nessun Commento per “SHAHAR PEER SI RITIRA DAL TENNIS”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.