MIAMI, QUALIFICAZIONI: TROPPO BEDENE PER GAIO

Aljaz Bedene estromette Gaio dalla corsa al main draw della Florida, bastano due set. Male anche Napolitano al Challenger di Guangzhou

20/03/17
» Continua
ATP QUITO: GAIO SI, GIANNESSI NO

Quito sorride a Federico Gaio. L’azzurro, contro Joao Souza, vince in rimonta la prima partita nel circuito maggiore della sua carriera. Niente da fare per Alessandro Giannessi

8/02/17
» Continua
QUALIFICAZIONI FRENCH OPEN: ELIMINATI GAIO E ARNABOLDI

Niente da fare per Federico Gaio e Andrea Arnaboldi sconfitti da Andreozzi e Kamke in due set. Le speranze azzurre, per queste qualificazioni, sono riposte in Thomas Fabbiano e Matteo Donati

19/05/16
» Continua
FRASCATI PARLA FRANCESE

Augustin Gensse vince la XIV edizione del Città di Frascati, il Torneo Internazionale da 10mila dollari ospitato dal Tennis Club New Country. Ottima organizzazione e cornice di pubblico, Federico Gaio e Alessandro Colella note liete in chiave azzurra.

2/11/10
» Continua
FINALMENTE GAIO

Grande vittoria per il tennista faentino che al primo turno del Challenger 42.500€ di Reggio Emilia si è imposto al tie-break del terzo set sul francese Josselin Ouanna, numero 145 del mondo, centrando il primo successo in carriera a livello ATP

22/06/10
» Continua

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.