GILBERT: “MURRAY NON SOFFRIRÀ LA PATERNITÀ”

Dopo Federer e Djokovic, un altro membro dei Fab Four è pronto a diventare papà. Brad Gilbert ha fiducia in Andy, soprattutto nell’anno delle Olimpiadi

16/01/16
» Continua
AUGURI BRAD GILBERT, IN EQUILIBRIO TRA I GRANDI

L’ex tennista statunitense, storico allenatore di Andrè Agassi, compie oggi 54 anni. Per lui venti titoli ATP, con vittoria all’esordio, ed una medaglia di bronzo a Seoul. Rimpianti? Quella vittoria nello Slam sempre sfuggita…

9/08/15
» Continua
TONI NADAL A MCENROE: “NON SONO RESPONSABILE PER RAFA”.

Da più parti il consiglio che è stato dato a Rafael Nadal per rilanciarsi e per chiudere positivamente una stagione che da ricordare ha ben poco è stato quello di cambiare allenatore per trovare nuove motivazioni. Zio Tony chiude il caso. O almeno ci prova.

15/07/15
» Continua
AUGURI A CAROLINE WOZNIACKI, LA DANESE VOLANTE

Ventitre tornei Wta vinti in carriera e tante finali perse, comprese due agli Us Open. Numero 1 del mondo conquistato nel 2010. Caroline è una delle tenniste migliori del circus, ma le manca ancora l’acuto.

11/07/15
» Continua
RAFAEL NADAL E LA TESTA DI SERIE AL ROLAND GARROS

Dopo un avvio di stagione tutt’altro che perfetto, Rafael Nadal cerca la forma migliore mentre si discute sulla questione “teste di serie” per il Roland Garros

27/04/15
» Continua

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.