TENNIS: FED CUP. GARBIN “MI PIACE IL NUOVO FORMAT”, ERRANI “BEL…-2-

venerdì, 21 aprile 2017
"Mi trovo bene in questo nuovo ruolo, anche se non sento una pressione particolare. Si sta creando un bel gruppo, siamo tranquille". Prima di arrivare a Barletta, ha giocato il torneo WTA di Bogota', dove ha scagliato via la racchetta dopo la sconfitta contro Johanna Larsson: gesto inusuale, quasi inedito, per una come lei. "E' stato un brutto gesto - dice - in quel momento ero nervosa per vari motivi, tra cui le condizioni di gioco... L'ho fatto e mi dispiace, ma vi assicuro che in certi momenti e' faticoso controllare le emozioni". Al di la' di questo, Errani si e' fatta notare per un bel gesto: da qualche tempo, regala abbigliamento e attrezzatura alla 16enne 'Sashka' Oliynykova, rifugiata politica che sta provando a costruirsi una carriera. "L'ho conosciuta tramite i social network. Mi sono incuriosita, ho letto la sua storia e ne sono rimasta colpita. Abbiamo parlato un po' e non si puo' non restare affascinati da chi ne ha passate cosi' tante. Se posso aiutare qualcuno, anche con un gesto semplice, sono felicissima. Ogni tanto ci sentiamo e per me e' un piacere provare a darle forza". Presenti anche Jasmine Paolini e Camilla Rosatello. Per la piemontese, gia' quinta giocatrice contro la Slovacchia, e' la prima esperienza nel quartetto titolare. "La convocazione e' stata un grande piacere. Ho trovato un gruppo unito e ho vissuto una settimana molto utile sul piano tecnico e umano. In un contesto del genere, si puo' imparare ogni giorno. Io cerchero' di dare il meglio". Sulla stessa lunghezza d'onda Jasmine Paolini: "Quelle di Fed Cup sono settimane diverse, in cui abbiamo la possibilita' di stare accanto a giocatrici esperte e piu' forti di noi. E' qualcosa che ci porteremo dentro per tutto l'anno, magari per sempre. Sono esperienze che aiutano, soprattutto in campo". . mc/com
Italpress?>
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".