TENNIS: FED CUP. TREVISAN-LEE APRE PLAY-OFF TRA ITALIA E TAIPEI

venerdì, 21 aprile 2017
BARLETTA - Saranno Martina Trevisan e Ya-Hsuan Lee ad aprire domani, sabato, alle 13.30 la sfida di Fed Cup tra Italia e Taipei valida per i play-off per la permanenza nel World Group II che si disputa nel week-end sulla terra rossa del Centrale del Circolo Tennis "Hugo Simmen" di Barletta. A seguire Sara Errani affronta Chieh-Yu Hsu. Domenica alle 11.30 apre la sfida tra le numero uno delle due squadre, Sara Errani e Ya-Hsuan Lee; a seguire quella tra le numero due, Martina Trevisan e Chieh-Yu Hsu. In chiusura il doppio tra Jasmine Paolini/Camilla Rosatello e Ching-Wen Hsu/Chia-Jung Chuang. Questo l'esito del sorteggio ufficiale svoltosi al Castello. Le azzurre avrebbero dovuto giocare in trasferta ma l'ITF ha accettato la richiesta di inversione del campo avanzata dalla Federazione asiatica. Un solo precedente tra le due squadre, datato 1985 quando sul cemento di Nagoya Green, in Giappone, nel primo turno del World Group, l'Italia di Sandra Cecchini e Raffaella Reggi, impegnate sia in singolare che in doppio, si impose per 3-0, concedendo alle avversarie (Su-Lin Lai, Chiu-Mei Ho e Hsiu-Tsuan Wen) appena quattro giochi. Per quanto riguarda l'Italia, nell'ultimo decennio ha conquistato quattro Fed Cup (2006, 2009, 2010 e 2013) e giocato un'altra finale (2007) oltre a tre semifinali (2011, 2012 e 2014). Retrocessa dal Gruppo Mondiale nel 2016 per la prima volta dopo 18 anni, la squadra azzurra, dopo la sconfitta con la Slovacchia a Forli', dovra' vincere per conservare un posto nel World Group II nella Fed Cup 2018. . mc/com
Italpress?>
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".