TSONGA, PRESTO PAPA’: NIENTE MIAMI IN ATTESA DELL’EREDE

Tsonga non parteciperà al Masters 1000 di Miami in programma la prossima settimana

Tennis. Sarà molto presto padre Jo Wilfred Tsonga. Il colosso francese di origini congolesi aspetta un bel maschietto con la moglie  Noura El Shwek. L’annuncio era giunto lo scorso novembre nel corso del Masters 1000 di Parigi Bercy. Giunta ormai al termine della gravidanza, si attende solo la lieta novella.

Nel frattempo il campione di Marsiglia e Rotterdam 2017 ha annunciato attraverso un tweet uscito sul proprio profilo ufficiale che non prenderà parte all’importante Masters 1000 di Miami che segue in successione quello in corso di Indian Wells. Qui il transalpino era stato sorpreso dal nostro Fognini, poi sconfitto da Cuevas. Niente infortuni o decisioni strane dietro il forfait del 31enne quindi, che già un mese fa dopo il successo nella tappa olandese aveva reso note le intenzioni di non giocare per ancora troppo tempo a tennis, così da dedicarsi agli altri piaceri della vita ed in particolare alla propria famiglia che presto si arricchirà di un nuovo e graditissimo componente.

“I bambini ti cambiano la vita, sono convinto che per me sarà una cosa positiva e mi darà molta motivazione“, aveva sentenziato Jo e come dargli torto. E’ una nuova importante paternità che giunge nel circuito Atp, dopo quella di Murray e Djokovic, in attesa di Nadal e chi lo sa, magari di un nuovo erede di Roger Federer


Nessun Commento per “TSONGA, PRESTO PAPA': NIENTE MIAMI IN ATTESA DELL'EREDE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".