VICTORIA AZARENKA: “TORNERÓ A GIOCARE IN ESTATE”

L’ex numero 1 del mondo rivela a Tennis Channel di stare bene dopo il parto e la nascita del piccolo Leo. E confessa che il suo rientro avverrà la prossima estate: “Per preparare al meglio gli Us Open”.

Tennis – “Dorme molto bene. Questa è una cosa importante e sono molto felice”. Con queste parole l’ex numero 1 del mondo Victoria Azarenka ha raccontato a Tennis Channel i giorni immediatamente successivi alla nascita del primogenito Leo. E nel colloquio con Martina Navratilova e Brett Haber ha chiarito che il suo rientro nel circus della Wta è previsto per l’estate: “Vorrei rientrare dopo Wimbledon, in estate, per preparare al meglio gli Us Open”. Il rientro sui campi non è mai stato in discussione. La stessa Azarenka, poco prima di dare alla luce il piccolo Leo non aveva espresso dubbi sul suo rientro nel circuito: “Questa (la gravidanza ndr) si sta rivelando un’esperienza totalmente differente da qualsiasi altra che io abbia mai fatto. Ogni donna sa cosa accade, ma soltanto quando lo vivi capisci davvero di cosa si tratta e ne comprendi la magia. Il tennis è il mio lavoro ma c’è anche una parte diversa della vita. Questa gravidanza è stata una benedizione, un dono di Dio. Però credo che avrò ancora un’opportunità di fare quello che amo e quello che amo fare è giocare a tennis” aveva concluso in barba a quanti dicevano che non sarebbe rientrata.

Tuttavia, una gravidanza non è cosa da poco, nemmeno per un’atleta di alto profilo come Victoria Azarenka. E la decisione di rientrare in estate è adeguata ai corretti tempi di recupero. Anche perché, come da lei stesso chiarito in compagnia di Martina Navratilova e Brett Haber: “Essere madre mi ha fatto capire il significato della parola esausto. Ogni parte del mio corpo mi ha fatto male nei giorni successivi alla nascita di Leo”. E dire che nei giorni passati si era pensato che la vincitrice degli Australian Open 2012 e 2013 potesse rientrare addirittura in primavera, durante la stagione sul rosso. Evidentemente Aza e il suo team hanno preferito procedere con calma, anche in considerazione del fatto che il rosso impone un tipo di preparazione specifica. Il confermato rientro sul veloce, invece, aiuterebbe la tennista bielorussa a riposare di più e a ripresentarsi davanti al mondo sulla superficie a lei più gradita, con una preparazione atletica standard. Il 31 luglio Victoria Azarenka spegnerà 28 candeline e resta convinta di poter dare ancora tanto allo sport che l’ha resa celebre. Sicuramente, comunque vadano le cose, potrà dare soddisfazione al proprio pubblico. Fan che non hanno mai smesso di sostenerla in questi mesi e che non si erano dimenticati di lei nemmeno nel periodo più buio della carriera, eravamo nel 2014 e Vika giocò soltanto 24 partite in tutto l’anno, confessando poi di aver attraversato un periodo di depressione: “Ho tanti ricordi dei miei fan e spero di rivederli presto”. Ma per il momento il piccolo Leo ha la precedenza su tutto, anche sul tennis: “Mio figlio sta bene, sono stati dei momenti davvero emozionanti. Sono molto contenta”.

Foto: Victoria Azarenka (www.zimbio.com)


Nessun Commento per “VICTORIA AZARENKA: “TORNERÓ A GIOCARE IN ESTATE””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".