WIMBLEDON: ABDICA LA REGINA ELISABETTA, SALE AL TRONO KATE

La Regina Elisabetta lascia ufficialmente il ruolo di presidente onorario di Wimbledon dopo ben 64 anni...ora è giunto il momento della nuova era di Kate Middleton, moglie del Principe William

Tennis – La regina Elisabetta II, che ad aprile ha compiuto 90 anni, rinuncerà al patrocinio di 25 organizzazioni nazionali, tra cui l’All England Lawn Tennis and Croquet Club di Wimbledon, uno degli Slam più prestigiosi e famosi, passandolo ad altri membri della famiglia. “Alla fine dell’anno del 90esimo compleanno della Regina, Sua Maestà rinuncerà al patrocinio di una serie di organizzazioni nazionali”, ha comunicato in una nota Buckingham Palace.

Per quanto riguarda Wimbledon, patrocinato dalla Regina dal 1952 nonostante abbia assistito a poche partite (sua ultima apparizione nel Royal Box risale al 2010 per il match tra Murray e Nieminen), Elisabetta sarà sostituita dalla moglie del principe William, Kate.

La sovrana ha già leggermente ridotto i suoi impegni nell’ultimo anno, secondo le stime del media britannici, da 393 nel 2014 a 341 nel 2015. Elisabetta II è diventata la sovrana più longeva sul trono dopo la morte del re di Thailandia, Bhumibol Adulyadej, avvenuta in ottobre. A settembre 2015 ha inoltre superato la trisnonna Victoria, sul trono dal 1837 al 1901.

Se il tennis va a Kate, il rugby union gallese andrà al nipote Harry che rileverà il ruolo proprio all’interno della Rugby Football Union.


Nessun Commento per “WIMBLEDON: ABDICA LA REGINA ELISABETTA, SALE AL TRONO KATE”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora