WTA BOGOTA: SCHIAVONE IN SEMIFINALE, ERRANI KO

La milanese ha superato la testa di serie numero uno Kiki Bertens 6-1 6-4, Sarita invece è stata sconfitta da Johanna Larsson 7-5 6-4

TENNIS – Non ci sarà una semifinale tutta italiana al torneo Wta di Bogota. Sulla terra rossa colombiana infatti, alla vittoria di Francesca Schiavone, protagonista di una bella prestazione nel quarto di finale giocato contro Kiki Bertens, ha fatto da contraltare la sconfitta di Sara Errani, che ha lasciato strada alla svedese Johanna Larsson.

SCHIAVONE

A regalare un sorriso al tennis italiano femminile quindi ci ha pensato Francesca Schiavone, che ha eliminato in due set (6-1 6-4 lo score conclusivo) la testa di serie numero uno del torneo colombiano Kiki Bertens, conquistando tra l’altro una vittoria contro una Top 20 del ranking Wta a distanza di quasi due anni, visto che l’ultima volta era stata al Roland Garros del 2015 contro Svetlana Kuznetsova. Dopo aver ceduto il servizio nel game di apertura, la azzurra ha giocato in maniera praticamente perfetta, infilando sei giochi consecutivi nei quali ha lasciato solo le briciole alla sua avversaria, mettendola costantemente in difficoltà con i suoi colpi da fondo campo che l’hanno costretta spesso all’errore, e grazie anche a ad un paio di doppi falli commessi dalla Bertens sulle palle break del quarto e del sesto game, la milanese ha chiuso i conti sul 6-1 senza troppi problemi. E nel secondo set la azzurra ha continuato a giocare con una ottima solidità, strappando nuovamente il servizio alla sua avversaria nel terzo gioco, per il momentaneo 2-1 in suo favore sul quale ha poi costruito la vittoria. La Schiavone infatti ha gestito bene i successivi turni di servizio, si è procurata un’altra palla break nel combattutissimo settimo game (portato a casa dalla Bertens ai vantaggi soltanto alla quarta opportunità) ed è stata brava a mantenere i nervi saldi quando è andata a servire per il match sul 5-4, archiviando il successo sul definitivo 6-4 tra gli applausi del pubblico del centrale.

ERRANI

E’ andata male invece a Sara Errani, sconfitta 7-5 6-4 dalla svedese Johanna Larsson (numero 57 del mondo e testa di serie numero 3 a Bogota) al termine di una sfida comunque equilibrata, nella quale alla fine a fare la differenza è stato qualche errore di troppo commesso dalla azzurra nei momenti decisivi. Nel primo set, dopo il break e contro-break iniziale, la bolognese è andata avanti 4-2 e servizio, ma nel settimo game ha ceduto nuovamente la battuta permettendo alla svedese di rimettersi in carreggiata sul 4-4. Quindi, dopo aver avuto un set-point sul 5-4 con la Larsson al servizio, la Errani non è riuscita a conservare il turno di servizio successivo, permettendo alla sua avversaria di salire sul 6-5 e di chiudere poco dopo i conti sul 7-5. Nel secondo parziale poi la svedese è andata subito avanti di un break sul 3-1, ma la Errani è riuscita a reagire ottenendo il contro-break del 3-3. Dal 4-3 in suo favore però, la azzurra ha concesso un micidiale parziale di 11 punti a 1 alla sua avversaria, che è si è ritrovata tre match-point consecutivi sul 40-0 del decimo game, e anche se la Errani è stata capace di recuperare fino al 40-40, alla quarta opportunità la Larsson ha portato a casa la vittoria, scatenando la rabbia della bolognese che, tra l’altro, non essendo riuscita a centrare le semifinali a Bogota, non avrà una classifica che le permetterà di entrare direttamente nel tabellone principale del Roland Garros, dove dovrà giocare quindi le qualificazioni.

ALTRI RISULTATI BOGOTA

Passando quindi agli altri due quarti di finale di giornata giocati a Bogota, a conquistare un posto in semifinale nella parte bassa del tabellone sono state le spagnole Lara Arruabarrena, che ha battuto Aleksandra Krunic 7-5 5-7 6-2, e Sara Torribes Tormo, uscita vittoriosa anche lei in tre set (6-4 4-6 7-6) dal match contro la polacca Magda Linette.

(Nella foto Francesca Schiavone – www.zimbio.com)

 


Nessun Commento per “WTA BOGOTA: SCHIAVONE IN SEMIFINALE, ERRANI KO”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora