WTA DOHA, SQUILLO PENNETTA

Prova di forza della brindisina, che esordisce in Qatar con un successo importante ai danni di Svetlana Kuznetsova. La imita Vika Azarenka, che spazza via Angelique Kerber. Bene Venus, male Lisicki

TENNIS – Chi ben comincia è già a metà dell’opera, soprattutto quando c’è da confrontarsi con avversarie di un certo livello. I colori azzurri, con gli uomini in stato di grazia, brillano anche nella categoria femminile del torneo di Doha, in corso di svolgimento a partire da oggi. Tra gli incontri andati in scena sul cemento del Qatar, spicca il bell’esordio della nostra Flavia Pennetta.

Ottima risposta ad un avvio non esattamente soft, quello della brindisina. Il primo turno contro la vecchia gloria Svetlana Kuznetsova regala quasi due ore di bel tennis, condite da un risultato che soddisfa il pubblico italiano. La pugliese si impone sulla russa con il punteggio di 36 64 62, reagendo al meglio dopo un primo set ricco di sbavature da entrambi i lati, soprattutto durante i rispettivi turni di battuta. La rimonta e l’allungo con cinque giochi consecutivi permettono a Flavia di strappare il pass per la seconda fase, dove incontrerà subito Agnieszka Radwanska, numero quattro del tabellone.

L’altro match che si conclude in tre set è quello tra Venus Williams e Casey Dellacqua. L’americana imita la Pennetta e va immediatamente sotto nel punteggio, con l’australiana che si mette in luce grazie alla bella reazione in avvio di primo set. L’esperienza e la forza fisica della statunitense, però, fa la differenza nel lungo periodo: la sua avversaria cede alla distanza e la Venere passa il turno grazie al 36 62 61 finale. Solo una sbavatura, dunque, per la statunitense, che si prepara ad affrontare la Zahlavova-Strycova. La ceca, che pazienta fino al momento dell’affondo, batte Sabine Lisicki con il punteggio di 75 64.

Continua, invece, la scalata di Vika Azarenka. La bielorussa, dopo un momento positivo e diversi scontri con le big, conferma la voglia di riconquistare il suo vecchio status e passeggia su Angelique Kerber, ottava forza della manifestazione. La tedesca si mostra arrendevole e cede sotto i colpi dell’ex numero uno del mondo, capace di rifilarle un pesante 60 63 in appena cinquanta minuti. Chiuderà il programma odierno la sfida tra Lucie Safarova e Samantha Stosur, adesso in corso.

Domani altra tabella di marcia ricca di spunti interessanti: la sfida tra Kirsten Flipkens e Andrea Petkovic sotto i riflettori, ma anche uno stuzzicante derby spagnolo tra Garbine Muguruza e Carla Suarez-Navarro. In campo anche Jelena Jankovic, chiamata ad una prova convincente contro la cinese Zheng. L’evento nella terra degli sceicchi entra nel vivo.


Nessun Commento per “WTA DOHA, SQUILLO PENNETTA”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2017

  • Dimitrov e Wozniacki "Maestri". Due veterani del tour ancora in parte inespressi, che a fine stagione hanno saputo cogliere il momento propizio. Nel 2018 sono comunque attesi alla prova del nove, magari un trionfo Slam...
  • Chi è Hyeon? Di cognome fa Chung, è coreano ed è più che coriaceo in campo. Qualità, quest'ultima, che gli è valsa la vittoria alla prima edizione delle "Next Gen" meneghine. Adesso lo aspettano i "grandi".
  • Giochi di squadra. Dopo oltre tre lustri, Francia e Stati Uniti riconquistano rispettivamente la Coppa Davis e la Fed Cup. Onore al merito dei due capitani ex giocatori, Yannick Noah e Kathy Rinaldi, che hanno saputo ricompattare e motivare le loro gloriose compagini.