WTA RIO, FRANCESCA SCHIAVONE È TORNATA A RUGGIRE

Bellissima e tanto desiderata vittoria per Francesca Schiavone che ha sconfitto a Rio de Janeiro Shelby Rogers in tre set. La leonessa ha giocato una finale magistrale riuscendo a portare a casa un titolo dopo 3 anni

Tennis – È tornata. La leonessa di Milano ha ruggito ancora e non per l’ultima volta. Francesca Schiavone ha sconfitto Shelby Rogers 2-6 6-2 6-2 dopo 1 ora di gioco conquistato il torneo di Rio de Janeiro. La prima finale in carriera in tre set per l’azzurra che ha completato un trittico tutto italiano, dopo la vittoria a San Pietroburgo di Roberta Vinci qualche giorno fa e il titolo di Dubai ottenuto da Sara Errani proprio ieri.

Una partita inizialmente incerta con l’americana veloce e attenta a non commettere errori. Una Francesca Schiavone mai arrendevole, mai stanca e desiderosa di voler dimostrare a tutti che ancora può stupire ed emozionare.

Che felicità, comunque fosse finita avrei fatto questo discorso. È un giorno meraviglioso e il Brasile è fantastico, il posto ideale per un’Olimpiade. Ringrazio davvero tutti. Complimenti a Shelby, una ragazza molto giovane e talentuosa. Io posso solo dire di essere felicissima, davvero” ha detto la Schiavone commossa, durante la premiazione, leggendo un mini discorso che si era precedentemente preparata, a prescindere dal risultato, in un buonissimo portoghese.

Dopo 3 anni di sconfitte, Francesca Schiavone torna sul tetto della WTA impossessandosi del suo settimo titolo in carriera dopo: Bad Gastein 2007, Mosca 2009, Roland Garros 2010, Strasburgo 2012 e Marrakech 2013. Inoltre, ha contribuito a conquistare il 70° titolo dell’Italia nel mondo.

Quasi una liberazione per Francesca che, resasi conto della vittoria, è corsa davanti alla telecamera esclamando:”Sono felice quante ne abbiamo passate, vamos!“. Con questo trionfo, la Schiavone da domani rientrerà in top 100 grazie ai 280 punti WTA.

Rio de Janeiro Open risultato finale: F. Schiavone b. S. Rogers 2-6 6-2 6-2.

Iniziato, nel frattempo, il torneo di Doha con i seguenti risultati della prima giornata: C. Buyukakcay b. L. Hradecka 4-6 7-6 6-2, D. Vekic b. F. Al-Nabhani 6-0 6-0, M. Gasparyan b. K. Pliskova 6-1 6-1, J. Ostapenko b. Z. Diyas 6-1 6-3, K. Bondarenko b. A. Beck 6-4 6-4, E. Bouchard b. A. Sevastova 5-7 6-3 7-6, D. Kasatkina b. Q. Wang 6-1 2-6 6-3, Y. Putintseva b. A. Schmiedlova 6-2 6-4, A. Petkovic b. E. Makarova 6-3 6-2.

Domani, dalle ore 13.30 (ora italiana) Allertova-Svitolina, Garcia-Vesnina, Gavrilova-Doi, Shvedova-Hibino, Tsurenko-Vinci, alle 15.00 Lisicki-Niculescu, Pironkova-Errani, Vandeweghe-Flipkens, Wozniacki-Konjuh, alle 16.30 Babos-Brengle, Mattek Sands-Bacsinszky, Mladenovic-Strycova, alle 17.00 Jankovic-Cepelova e Kuznetsova-Goerges.


Nessun Commento per “WTA RIO, FRANCESCA SCHIAVONE È TORNATA A RUGGIRE”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora