WTA, SINIAKOVA VINCE IN CINA, LA DAVIS REGINA DI AUCKLAND

Sono stati assegnati i primi titoli WTA della stagione. A trionfare a Shenzhen è stata la giovane Siniakova, ad Auckland vince la "piccola" Davis

TENNIS – Primi responsi e prime sorprese per il circuito WTA, che nelle prime ore della giornata europea ha assegnato i titoli di Shenzhen e di Auckland. Sia sul campo cinese che su quello australiano sono state le due sfavorite dal pronostico a trionfare, con risultati anche abbastanza ampi e in controtendenza anche con quanto fatto vedere durante i tornei.

È la ceca Katerina Siniakova ad aggiudicarsi infatti l’ultimo atto dello Shenzhen Gemdale Open, torneo di categoria international giunto alla sua quinta edizione. La ventenne nata a Hradec Kralove e attualmente numero 52 del ranking WTA, è riuscita a superare la portacolori degli Stati Uniti Alison Riske, testa di serie numero 8 del torneo e numero 39 al mondo. Il 6-3 6-4 finale regala quindi il primo trionfo da professionista per la giovanissima ceca, pronta anche ad entrare tra le migliori 40 del circuito internazionale dopo questa sua brillante affermazione allo Shenzhen Longgang Tennis Centre.

È invece Lauren Davis ad trionfare nel primo appuntamento in rosa del 2017. La piccola statunitense, nata nel 1993 a Gates Mills, è nota nel circuito per essere tra le più piccole tenniste con i suoi 157 centimetri d’altezza, ma nonostante questa caratteristica è riuscita a diventare la regina di Auckland. L’ASB Classic australiano si tinge quindi per il terzo anno consecutivo con le stelle e strisce americane dopo i trionfi di Venus Williams e Sloane Stephens. Ancor più netta è l’affermazione della tennista “tascabile” degli Stati uniti, che liquida con un netto 6-3 6-1 la croata Anna Konjuh, che conferma un trend fatto di troppa imprecisione e altrettanti falli. Anche per la Davis si tratta del primo trionfo tra le “pro”, un risultato che la avvicina sensibilmente al suo best ranking e che corona una risalita cominciata lo scorso settembre in Quebec, quando era fuori dalle Top 100 del ranking WTA.


Nessun Commento per “WTA, SINIAKOVA VINCE IN CINA, LA DAVIS REGINA DI AUCKLAND”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

  • TORNEI WTA, VINCONO DODIN E MCHALE Oceane Dodin e Christina McHale si aggiudicano rispettivamente i trofei di Quebec e Tokyo. Battute in finale Davis e Siniakova
  • TORNEI WTA, VINCONO SINIAKOVA E PENG La ceca e la cinese si aggiudicano i due tornei della settimana, vanno KO Wozniacki e Hibino. Da domani tocca a Stanford e Washington
  • DONNA VEKIC E LE ALTRE GIOVANISSIME Non sono tante ma sono agguerrite e pronte a rubare la scena alle migliori. Sono le teenagers del tennis femminile. Una di loro ha appena trovato la prima affermazione in un torneo Wta e […]
  • TORNEI WTA, BUON AVVIO DELLE ITALIANE Karin Knapp parte in scioltezza a Bucarest, eliminata la padrona di casa Olaru. Double azzurro a Bad Gastein, con Giorgi ed Errani che battono rispettivamente Hlavackova e Siniakova
  • BASTAD-NANCHANG, LE FINALI FEMMINILI Siniakova-Wozniacki a Bastad, Hibino-Peng in Cina. L'esito delle semifinali premia le giocatrici che si contenderanno il titolo
  • BASTAD, FINALE SIEGEMUND-SINIAKOVA Niente da fare per le speranze svedesi: la Siniakova elimina la Larsson e affronterà la Siegemund, che batte la Goerges nel derby tedesco

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2017

  • Il clone di Serena Anche il suo nome inizia con la "S", anche lei ha la pelle nera, anche lei è americana, anche lei ha vinto gli US Open. Sloane Stephens potrà veramente prendere il posto della Willliams sul Tour e nel cuore degli appassionati?
  • "Next Gen" Shapovalov Diciotto anni, israeliano di sangue russo, Denis ha vissuto un'estate da leone sul circuito collezionando due vittorie da incorniciare su del Potro e Nadal. Tutto lascia pensare che non si tratti di un fuoco di paglia.
  • La Rod Laver Cup svecchia la Davis Ci voleva la formula innovativa del nuovo torneo a squadre, nato sotto la sapiente guida del grande Federer, per convincere la Federazione Internazionale a rivoluzionare l'ormai obsoleta Coppa Davis.