WTA ZHANGZHOU, SHUAI PENG IN SEMIFINALE

Si delineano gli accoppiamenti delle semifinali, procede a gonfie vele la testa di serie n.1 Peng

Tennis. Siamo giunti alle semifinali del torneo Wta di Zhengzhou, con i quarti di finale che si sono esauriti nella mattinata odierna, ore italiane. Il tabellone presentava soprattutto una sfida fra tutte di grande interesse, fra due giocatrici che occupano o hanno occupato posizioni importanti del Ranking Wta. Curiosità: nessuno dei quattro match disputati è andato oltre i due set di gioco.

Il big match fra la testa di serie n.1 Shuain Peng e la Diyas è vinto dall’ex semifinalista Us Open 2014 col punteggio conclusivo di 6-3, 6-3 in poco più di un’ora di gioco. Nulla a fare per la rivale kazaka che si è dovuta arrendere al maggior talento ed esperienza della cinese, che qui cerca la prima affermazione alla quarta edizione dell’evento orientale. In semifinale sfiderà quella che forse era la maggiore accreditata alla viglia per metterle i bastoni fra le ruote in ottica vittoria: la connazionale Zheng.

Per lei arriva una vittoria di misura sulla giapponese Hibino con lo score di 6-3, 6-4. Sarà un match equilibrato fra due giocatrici che molto bene si conoscono. Nella parte opposta del tabellone completano il quadro delle semifinali altre due cinesi, portando dunque il torneo ad uno storico poker a mandorla che non si era mai visto nelle precedenti edizioni.

La Duan batte la koreana Jang per 6-4, 7-5: l’unico derby di giornata è invece vinto dalla Wang contro la Liu con un perentorio 6-2, 6-3.  Questo sarà il primo match di domani alle 7.30 italiane.

 


Nessun Commento per “WTA ZHANGZHOU, SHUAI PENG IN SEMIFINALE”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.