WTA ZHENGZHOU, DELINEATI I QUARTI DI FINALE

Con la giornata odierna si delineano i quattro accoppiamenti dei quarti di finale a Zhengzhou

Tennis. Si giunge lentamente alle fase calde del Wta di Zhengzhou, sono stati esauriti tutti i match dei primi due turno e da domani, all’alba italiana, cominceranno a disputarsi i quarti di finale del ricco torneo cinese. Non sono mancate alcune eliminazioni a sorpresa, con protagoniste attese che devono già salutare il cemento orientale.

Fra queste vi è sicuramente la giapponese Nara, una delle maggiori accreditate alla vittoria finale col titolo Wta di Rio in bacheca. La sua eliminazione a sorpresa trova però una ragione, il ritiro nel secondo set per motivi fisici. Lo score fino a quel momento parlava in favore della koreana Jang per 7-5, 4-0. Quest’ultima affronterà nel turno successivo la cinese Duan.

La giocatrice di casa ha infatti eliminato la russa Rodionova nell’incontro più lungo dell’intera giornata, durato esattamente due ore e mezza. Il punteggio finale è 4-6, 6-4, 7-6(5) che dimostra la poderosa rimonta della giocatrice cinese.

Avanza invece l’altra grande favorita per la vittoria finale, la kazaka Diyas: la vittoria sulla giapponese Akita è senza repliche, con un netto 6-2, 6-4. La sua vittoria darà luogo a quella che poteva benissimo trattarsi di una finale anticipata, contro la testa di serie n.1 Peng.

L’ultimo match di giornata ha decretato dopo due ore e ventidue minuti la vittoria della Zheng. Soffertissima l’affermazione sull’uzbeka Sharipova in tre set, terminati con lo score di 6-2, 4-6, 6-3. Nei quarti di finale l’attende il derby orientale contro la giapponese Hibino.


Nessun Commento per “WTA ZHENGZHOU, DELINEATI I QUARTI DI FINALE”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora