WTA ZHENGZHOU, LA N.1 PENG AVANZA INDISTURBATA

Il Wta di Zehngzhou prosegue con la marcia spedita della favoritissima Peng alla vittoria finale

Tennis. Procede il Wta di Zhengzhou, ricchissimo torneo challenger cinese che ospita la quarta edizione dopo il battesimo avvenuto nel 2014. Anche questa volta parte favorita una cinese, nello specifico Shuai Peng ex n.14 dle mondo ed oggi alla posizione 40 del Ranking Wta. Sarebbe la terza affermazione orientale su quattro edizioni, interrotta l’egemonia cinese solo lo scorso anno dalla vittoria russa della Pivovarova.

E’ partita forte nel torneo la testa di serie n.1, che ha concesso pochissimi game nelle prime due uscite nella manifestazione. Questa volta l’ex semifinalista degli Us Open nel 2014 si è aggiudicata il match contro la giapponese Sawayanagi con lo score finale di 6-1, 6-4. Accede dunque ai quarti di finale la due volte campionessa Slam di doppio, a Wimbledon e Parigi.

Vittoria sofferta della cinese Wang contro l’impronunciabile greca Grammatikopoulou in tre set durati oltre due ore: 4-6, 7-5, 6-2 la vittoria in rimonta firmata dalla giocatrice di casa. Il derby giapponese fra Hozumi ed Hibino se lo aggiudica quest’ultima per 6-3, 6-2. Lo scontro tutto cinese è invece a favore della Liu che liquida la connazionale Yang col punteggio di 6-1, 6-4.

Il programma di domani, ore 6 italiane, prevede gli incontri: Akita-Diyas, Nara-Jang, Rodionova-Duan, Sharipova-Zheng e chiude il programma Liu-Wang.

 

 


Nessun Commento per “WTA ZHENGZHOU, LA N.1 PENG AVANZA INDISTURBATA”


*/?>
*/?>

Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Aprile 2017

  • Fognini dottor Jekill e Mr. Hyde. Il n.1 azzurro è capace, indistintamente, di affascinare e di deludere. La domanda nasce spontanea: deve ancora sbocciare oppure ha già dato il meglio di sé?.
  • Sharapova amata e odiata. Alla vigilia del suo rientro sul Tour, Maria è sempre più amata dagli appassionati e odiata dai colleghi, che trovano ingiuste le wild card assegnatele dai tornei. Internazionali d'Italia inclusi.
  • Andre Agassi docet. Andre Agassi docet. "Lasciare il tennis è un po' morire" ha dichiarato in una recente intervista l'ex "Kid" di Las Vegas, che ha poi spiegato il perché: "I tennisti vivono un terzo della loro esistenza senza programmare gli altri due terzi".
 

Abbonati ora