YANNICK NOAH RADDOPPIA: CAPITANO IN FED CUP E COPPA DAVIS

Il 56enne capitano del team francese di Coppa Davis Yannick Noah avrà lo stesso ruolo anche per la Fed Cup, succedendo ad Amelie Mauresmo
giovedì, 8 dicembre 2016

TENNIS – Grandi novità per quel che riguarda la nazionale francese di tennis. Come in un vecchio show del compianto Mike Buongiorno, il capitano del team transalpino di Coppa Davis Yannick Noah non lascia ma raddoppia. Come è stato annunciato dai vertici della federazione francese ieri, il 56enne guiderà nel 2017 anche il team di Fed Cup. Per l’ex tennista nato a Sedan da genitori d’origine senegalese si tratta di un ritorno alla guida della Francia femminile dopo l’esperienza del 1997 e 1998 che è valsa ai transalpini anche la vittoria nel 1997 contro l’Olanda. Prenderà il posto dell’ex tennista Amelie Mauresmo che dopo l’amara sconfitta della finale contro la Repubblica Ceca ha annunciato le sue dimissioni dopo 3 anni sulla panchina francese perché in dolce attesa. Yannick Noah avrà dunque un compito molto simile a quello di Corrado Barazzutti, scelto dalla FIT per guidare il team maschile che quello femminile. Il debutto ufficiale del poliedrico capitano, che vanta anche un passato anche come cantante ed è padre del cestista dei New York Knicks Joakim, avverrà nel primo match del World Group, che si svolgerà contro la Svizzera a Ginevra l’11 e il 12 febbraio.

La scelta di Noah, supportata dai buoni risultati ottenuti nel recente passato, è giunta dopo un’attenta analisi degli altri candidati all’incarico: Fabrice Santoro, Mary Pierce e Nathalie Tauziat, tutti scartati a favore del franco-senegalese.  Che sia una scelta scaramantica o decisa attentamente a tavolino lo dirà solo il campo, ma tra pochi mesi Yannick dovrà provare a gestire contemporaneamente e con profitto sia l’ascesa di Caroline Garcia e Kristina Mladenovic sia l’ampia scelta nel team maschile. Probabilmente più “facile”, ma altrettanto votato al risultato il compito con il team rosa, più complicato e strategico il ruolo in Coppa Davis, dove Noah dovrà districarsi nella scelta tra Monfils, Tsonga, Pouille, Gasquet e Simon, non tralasciando neppure le opzioni legate ai nomi di Mahut e dell’imprevedibile Benoit Paire.  Per l’ultimo francese a trionfare nel Grande Slam ecco quindi un incarico denso di responsabilità e aspettative per riportare la Francia ai fasti da cui manca da troppo tempo.


Nessun Commento per “YANNICK NOAH RADDOPPIA: CAPITANO IN FED CUP E COPPA DAVIS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • IL FAVOLOSO WIMBLEDON DI AMELIE L’ex numero 1 del mondo, Amelie Mauresmo, compie oggi 36 anni. Ai Championships del 2006 la vittoria più prestigiosa. Il lavoro nello staff di Andy Murray, l'imminente maternità: oggi, la […]
  • MAURESMO INCORONATA NELLA SUA PARIGI Sabato scorso allo Chatrier l'ex allenatrice di Andy Murray ha ricevuto l'anello della Tennis Hall of Fame. "Ho lasciato il tennis giocato senza rimpianti"
  • MAURESMO ANCORA IN DOLCE ATTESA, LASCIA LA SQUADRA DI FED CUP Dopo la sconfitta in finale, la capitana di Fed Cup annuncia di essere incinta del secondo figlio e di lasciare di conseguenza il comando della squadra.
  • FED CUP: TORNA LA COPPIA MLADENOVIC E GARCIA Dopo la sospensione per le Olimpiadi di Rio, Kristina Mladenovic e Caroline Garcia faranno parte della squadra francese che affronterà, nella finale di Fed Cup, le ceche di Karolina Pliskova
  • CLEMENT CONFERMATO, ALLA FACCIA DI NOAH La Federazione francese di tennis rinnova il contratto con il capitano di Coppa Davis per i prossimi due anni e mette fine alle polemiche sollevate da Yannick Noah, che aveva fortemente […]
  • NOAH: “LA FRANCIA HA UNA GENERAZIONE DI PERDENTI” "Simon, Monfils, Gasquet, Tsonga non hanno vinto né uno Slam né la Davis" dice Noah all'Equipe. Continuano le tensioni nella squadra francese in vista del primo turno contro il Canada in Guadalupe.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Dicembre 2016

  • Andy Murray entra nel 2017 da "number one". Nessun suddito britannico prima di lui era riuscito a salire in vetta alla classifica dell'Era Open, ma lo scozzese ha invece compiuto l'impresa vincendo le Atp Finals proprio davanti al pubblico londinese.
  • L'Argentina sul tetto del mondo. I sudamericani conquistano per la prima volta la Coppa Davis rompendo il "maleficio" che li aveva visti perdere per ben 4 volte in finale. A fare il tifo sugli spalti c'era anche Diego Armando Maradona!
  • Trump e il tennis. Da sempre grande appassionato dello sport della racchetta, il nuovo Presidente degli Stati Uniti non solo è uno spettatore fisso degli US Open, ma da svariati decenni impugna la racchetta con la stessa determinazione che ha mostrato in campagna elettorale.