100 VOLTE FEDERER: “UN SOGNO, PRONTO PER LA TERRA”

Federer parla del titolo numero 100 e del ritorno sulla terra rossa
domenica, 3 Marzo 2019

Tennis. Federer vince il titolo numero cento e si avvicina ai 109 di Connors, l’ultimo grande record che resta da superare e che potrebbe fungere da volano per continuare ad avere motivazioni almeno per altri due anni. Così ha parlato lo svizzero sul numero raggiunto a Dubai.

“E’ stato un viaggio meraviglioso. E’ stato duro ma ho amato ogni singolo minuto. Ogni sacrificio e’ stato ripagato, vedremo quanta benzina e’ ancora rimasta. Raggiungere i 100 titoli e’ un sogno che si avvera”.

Già Roger pensa al futuro e a quello che gli aspetta sulla terra: “Sono felice di rigiocare sul rosso, la superficie su cui sono cresciuto e che è per me davvero naturale. Amo giocare sulla terra. Negli ultimi anni la mia assenza è stata più che altro dovuta ai miei problemi al ginocchio: era più facile per me restare sulle superfici rapide, senza averne una terza a cui dovermi ogni volta abituare dopo la stagione su cemento e prima di quella su erba. Ad essere onesto, tre anni fa avevo voglia di giocare sul rosso e lo feci a Monaco. Cercai di giocare anche a Madrid, ma mi infortunai”.

L’ultimo match fu a Roma: “Provai delle sensazioni orribili e realizzai subito che non avrei avuto alcuna possibilità a Parigi. Ero davvero emozionato all’idea di giocare di nuovo sul rosso, e lo feci presente al team. Loro mi risposero che erano felici di qualsiasi cosa decidessi di fare, perchè la cosa peggiore sarebbe stata impedirmi di seguire i miei desideri. Perciò è stata una decisione molto semplice a livello di team”.


Nessun Commento per “100 VOLTE FEDERER: "UN SOGNO, PRONTO PER LA TERRA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.