US OPEN, TRIONFO KERBER: “È UN SOGNO”

Secondo Slam della stagione per Angelique Kerber: a Flushing Meadows lo festeggia da futura numero uno del mondo. Le dichiarazioni del post-finale
domenica, 11 Settembre 2016

TENNIS – La necessità di vendicare la finale di Cincinnati si sposa con la dimostrazione di superiorità nei confronti della concorrenza. Nella prima finale da numero uno del ranking mondiale, seppur non ancora certificato dall’aggiornamento che avverrà soltanto lunedì, Angelique Kerber ottiene il secondo Slam della stagione dopo il successo di Melbourne. La vittoria agli US Open arriva in tre set contro Karolina Pliskova, che in Ohio invece trovò la vittoria e le negò una vetta soltanto rimandata.

Con l’affermazione di Flushing Meadows, la tennista tedesca compie un atto di forza che trova conferma nelle parole del postpartita, al termine di un weekend da sogno che aveva accarezzato in estate e cominciato a progettare proprio dopo gli Australian Open, quando si aggiudicò il primo major della sua carriera: “Non ho ancora realizzato ciò che ho fatto qui a New York, sto vivendo un sogno che era tale fino ad un anno fa, ma adesso credo che inizierò a rendermi conto di cosa stia succedendo. È stata una finale tiratissima, ho avuto momenti di difficoltà e affanno per tutto il secondo set. Avrei voluto chiuderla prima, ma Karolina ha giocato un gran tennis e abbiamo dovuto saldare il conto nel parziale decisivo. Sono contentissima, è una sensazione incredibile“.

Per la Pliskova, invece, non arriva il successo, ma la conferma di poter lottare ad altissimi livelli nei principali tornei della stagione fa ben sperare in vista della prossima annata. Con la possibilità di diventare una delle protagoniste maggiormente presenti su questi palcoscenici: “Devo fare i miei complimenti ad Angie, ha giocato un tennis davvero di alto livello. Ho provato a starle dietro, memore del confronto di quest’estate, ma stavolta non ci sono riuscita. Ciò non toglie quello che ho fatto qui: sono orgogliosa di me, del mio percorso e di tutto quello che ho raccolto durante queste due settimane degli US Open. Ringrazio tutti coloro che mi hanno dato sostegno, spero di poterli ripagare al più presto con un trofeo come quello che avrei voluto conquistare questa sera“.

Entusiasmo alle stelle, dunque, per la Kerber, tra cerimonia di premiazione e bagno di folla con i suoi sostenitori. L’avvicendamento in vetta alla classifica femminile giunge a compimento, paradossalmente, nel torneo che avrebbe dovuto vedere Serena Williams ultra-favorita, esattamente come lo scorso anno. Ancora una volta, però, gli States non ammettono profeti in patria. E la festa è tutta per la prima antagonista della loro prediletta.


Nessun Commento per “US OPEN, TRIONFO KERBER: "È UN SOGNO"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.