RABBIA FEDERER: ‘POTEVO FARE MEGLIO. NON SO SE GIOCO CINCINNATI’

Lo svizzero deluso e con qualche dolore "qua e là" dopo la finale persa a Toronto contro Alexander Zverev. Dubbi sulla sua presenza in Ohio
lunedì, 14 Agosto 2017

Roger Federer aveva preso la decisione di giocare il torneo di Montreal solo qualche giorno prima del torneo. Inizialmente lo svizzero aveva in programma di giocare solo Cincinnati e US Open, ma il suo calendario potrebbe cambiare. Dopo la finale persa in Canada contro Alexander Zverev col punteggio di 6-3 6-4, Federer ha ammesso di non essere al meglio fisicamente, e si è mostrato dubbioso su una sua presenza a Cincinnati dove ha vinto ben sette volte, l’ultima nel 2015 in finale su Novak Djokovic. “Prenderò una decisione nel prossimo paio di giorni. Vedremo se dopo aver giocato per 5 giorni consecutivi sarò pronto per giocare o meno a Cincy. Mi sono sentito bene per tutta la settimana. Ho avuto un po’ di dolore a livello muscolare, dei fastidi qua e là perché dopo le vacanze e l’allenamento, competere sul cemento per il corpo è sempre uno shock”.

In ogni caso ci sono tante cose positive da trarre da questa settimana. Una finale che si aggiunge alle sei disputate quest’anno tutte vinte. “È stato un risultato inaspettato – ha ammesso – che mi permette di continuare il trend di buoni risultati quest’anno. Sono deluso per il match odierno, avrei potuto dare meglio, lottare di più e rendere la partita più equilibrata. Ho avuto delle opportunità ma Zverev ha giocato molto bene come tutta la settimana”.

  • L’obiettivo primario rimangono gli US Open dove avrebbe, per la prima volta dal 2007, la possibilità di vincere tre Slam nella stessa stagione e il ventesimo in totale. “Sarebbe totalmente incredibile – ha detto Roger su un eventuale successo – Da ora agli US Open devo capire quale sia la cosa migliore da fare per darmi la miglior opportunità lì. Ci sarà un cambianento di palle, che crea situazioni di gioco diverse. Non ho mai giocato nel nuovo stadio (col tetto, ndr) perché ho saltato l’edizione dello scorso anno. Agli US Open voglio essere nella miglior forma possibile”.
    Federer e “Sascha” si erano già affrontati quattro volte in precedenza: a Roma 2016 ha vinto Roger, nello stesso anno a Wimbledon Zverev così come alla Hopman Cup  (torneo non ufficiale), mentre ad Halle si era nuovamente imposto l’elvetico. “È da un po’ di tempo, non molto, che è a questo livello – ha detto il 18 volte campione Slam sui progressi del 20enne di Amburgo – L’ho già affrontato quattro o cinque volte e mi sono allenato molto con lui. Ci conosciamo bene. Sono davvero contento che abbia vinro non solo uno ma due Masters 1000, qualcosa di molto difficile. È un grande risultato e spero possa finire bene l’anno. Ci sono degli ottimi giovani e questo non può che essere positivo per il tennis. Porteranno il gioco in una posizione migliore in futuro”.

Nessun Commento per “RABBIA FEDERER: 'POTEVO FARE MEGLIO. NON SO SE GIOCO CINCINNATI'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.