IL POLSO METTE KO NISHIKORI: OUT FINO A FINE 2017

Il tennista giapponese segue gli esempi di Djokovic e Wawrinka e tornerà nel 2018
giovedì, 17 Agosto 2017

La stagione 2017 perde i pezzi. Dopo Novak Djokovic per problemi al gomito e Stan Wawrinka per un’operazione al ginocchio, anche Kei Nishikori ha preso la difficile decisione di non giocare più quest’anno. Il tennista giapponese è costretto a fermarsi per “problemi al polso persistenti”, ha comunicato il suo team manageriale ai media. Nishikori si è portato dietro per diversi mesi un fastidioso infortunio al polso destro e oltre a dare forfait a Cincinnati, salterà anche gli US Open, il torneo di casa di Tokyo, Shanghai, Basilea, Parigi Bercy e ATP Finals se si fosse qualificato. Il numero 9 al mondo perderà circa 1.500 punti e uscirà dalla top 20, precipitando massimo fino alla 23sima posizione, il che apre interessanti scenari agli Australian Open.

Una scelta per certi versi sorprendente quella fatta da Kei, che prima della stagione nordamericana aveva detto di sentirsi bene e pronto a fare grandi risultati. Ma così non è stato e prendendo spunto dai vari Federer (tornato al suo miglior livello quest’anno dopo uno stop di sei mesi), Wawrinka e Djokovic, il nipponico tornerà a competere nella prima settimana del 2018 a Brisbane, Doha o Pune in India.

Non di certo una stagione memorabile per Nishikori, che aveva iniziato l’anno con la finale persa a Brisbane per mano di Grigor Dimitrov. Agli Australian Open battuta d’arresto agli ottavi contro Roger Federer in cinque set, a Buenos Aires finale persa contro Alexandr Dolgopolov e sconfitta all’esordio nell’ATP 500 di Rio de Janeiro da Thomaz Bellucci. Aveva mostrato segni di ripresa a marzo raggiungendo i quarti di finale a Indian Wells e Miami, perdendo contro Jack Sock e Fabio Fognini. Per quanto riguarda la stagione su terra rossa, iniziata con due settimane di ritardo per il forfait a Barcellona, Nishikori si era fermato ai quarti a Madrid contro Novak Djokovic, agli ottavi a Roma battuto da Juan Martin del Potro, quindi semifinale a Ginevra (Mischa Zverev), quarti al Roland Garros sconfitto da Andy Murray, poi sconfitta contro Karen Khachanov agli ottavi ad Halle, terzo turno a Wimbledon (Bautista Agut), infine semifinale a Washington (Alexander Zverev) e sconfitta all’esordio a Montreal per mano di Gael Monfils. Le defezioni di Djokovic, Wawrinka e Nishikori aprono scenari interessanti per le ATP Finals.


Nessun Commento per “IL POLSO METTE KO NISHIKORI: OUT FINO A FINE 2017”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.