POLEMICHE IN REP. CECA INTORNO A TOMAS BERDYCH

Il numero 18 al mondo ignora le critiche e non ha rimpianti: 'Non devo scusarmi con nessuno'. Obiettivo la qualificazione alle ATP Finals di Londra
domenica, 4 Febbraio 2018

Tomas Berdych ha ufficializzato il suo forfait per la sfida di Coppa Davis valevole per la permanenza nel World Group 2018 contro l’Olanda in trasferta a Zuiderpark dal 15 al 17 settembre, il weekend che segue gli US Open. L’incontro si giocherà sulla terra rossa al coperto, un motivo in più per Berdych per comunicare la sua rinuncia. Il tennista ceco è concentrato sulla sua stagione da singolarista che lo vede all’undicesimo posto nella Race ATP e conseguentemente con buone chance di qualificarsi per le ATP Finals di Londra dal momento che davanti a lui ci sono tre giocatori infortunati come Andy Murray, Novak Djokovic e Stan Wawrinka, questi ultimi certi di aver già terminato l’annata in anticipo. “Giocare quell’evento è già un grande successo e quanti anni avrò ancora a disposizione per farlo? – ha detto Berdych – Nella Coppa Davis abbiamo già raggiunto il massimo”.

Il team ceco, vincitore dell’insalatiera nel 2012 e 2013, schiererà probabilmente Jiří Veselý, Adam Pavlásek, Lukáš Rosol e Roman Jebavy, quest’ultimo alla prima probabile convocazione in Davis. Berdych ha inoltre sottolineato come l’assenza del suo compagno di squadra e amico 38enne Radek Stepanek, che non è ancora al meglio delle sue condizioni fisiche dopo l’operazione alla schiena subita lo scorso gennaio, abbia pesato nella sua decisione. “Ho avuto qualche dubbio fino all’ultimo, perché la presenza di Radek era ancora possibile. Se avesse giocato probabilmente anch’io lo avrei fatto”.

Una scelta quella di saltare la Davis che in Repubblica Ceca sta già facendo discutere visto che Berdych gareggerà per il team Europa nella prima edizione della Rod Laver Cup, evento esibizione a squadre in programma dal 22 al 24 settembre alla O2 Arena di Praga sul cemento. “Chi vuole criticare lo fa sempre – ha detto Berdych – Sono io a fare la programmazione, e chi capisce capirà. Non ho bisogno di scusarmi”. Dopo la Laver Cup, Berdych sarà al via nei tornei di Shenzhen, Pechino e Shanghai prima della stagione europea indoor. In Coppa Davis l’ex numero quattro al mondo ha giocato 29 sfide vincendo 50 partite e perdendone 17. Dal 2003 al 2014 non era mai stato assente. Ora a 31 anni le priorità sono cambiate e sta pensando di giocare la Davis, magari nel 2018, per l’ultima volta. “Vorrei dare l’addio davanti al mio pubblico”, ha concluso il numero 18 al mondo.


Nessun Commento per “POLEMICHE IN REP. CECA INTORNO A TOMAS BERDYCH”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.