BORIS BECKER: ‘DJOKOVIC PUO’ TORNARE GRANDE. FOGNINI…’

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport l'ex tennista tedesco si dice ottimista per il rientro di Nole, e speranzoso che Fognini possa ritrovare la bussola

Sono state due settimane di lavoro intenso per Boris Becker agli US Open. L’ex tennista tedesco ha fatto da opinionista per Eurosport e BBC e ha avuto anche il tempo di concedere un’intervista a La Gazzetta dello Sport per trattare gli argomenti più popolari del torneo newyorkese dove tra i grandi assenti c’era Novak Djokovic, che rimarrà ai box fino alla fine della stagione 2017 per recuperare al meglio dall’infortunio al gomito. Proprio sul campione serbo, che quest’anno si è reso protagonista di una stagione opaca, Becker, recentemente nominato capo del tennis tedesco maschile, ha detto: ““Non dimentichiamoci che dopo la nascita del primo figlio è tornato con nuova energia e ha avuto i suoi due anni migliori e c’è una buona possibilità che possa accadere anche questa volta.”

Un altro che molto probabilmente rimarrà ai box fino a fine 2017 è Andy Murray, alle prese con un problema all’anca da quasi due mesi. “Ha 30 anni e quindi non può pretendere di averne 20. Il corpo è logorato e devi sapere ora di cosa hai bisogno, di quante partite hai bisogno e quanti allenamenti devi fare per tornare al miglior livello. Federer è stato un esempio nel ridurre la sua programmazione e anche Nadal ha giocato meno lo scorso anno, ma quest’anno ha disputato una stagione completa e quindi forse questo, nel caso di Murray è un esempio sbagliato.Anche Novak è fuori e penso che adotterà anche lui un calendario limitato. Ora si tratta di vincere Major e Masters 1000 e avere una posizione alta in classifica”.

Quindi su Fabio Fognini, squalificato dal tabellone di doppio degli US Open per i gravi insulti all’arbitro Louise Enzgell. Così Becker: “Fabio a volte non riesce a controllarsi e questo è davvero un peccato. Spero che si scusi e faccia quello che deve fare per superare il problema. L’Italia ha bisogno di lui, il tennis ha bisogno di lui”.

Becker ha inoltre espresso ammirazione per Alexander Zverev, che quest’anno ha vinto cinque titoli senza però riuscire a battere un top 50 negli Slam: “E’ il mio preferito, vincerà uno Slam entro un anno”. Parola di Boris Becker.


Nessun Commento per “BORIS BECKER: 'DJOKOVIC PUO' TORNARE GRANDE. FOGNINI...'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.