PRESIDENTE FEDERAZIONE SUDAFRICA: ‘ANDERSON HA FATTO GRANDI SACRIFICI’

Richard Glover elogia il tennista sudafricano e critica il sistema tennis del Paese

La finale raggiunta agli US Open lo scorso settembre da Kevin Anderson non è ovviamente passata inosservata in Sudafrica, dove sta acquisendo sempre più popolarità nonostante il Paese non abbia avuto una grande tradizione di talenti negli ultimi decenni. Richard Glover, diventato presidente della federazione tennis Sudafrica lo scorso anno, ha affermato che il numero 9 al mondo poteva essere aiutato di più negli ultimi anni. Anderson è l’unico giocatore della sua Nazione ad essere nei primi 200 della classifica ATP. Finora in carriera ha raggiunto 13 finali nel circuito maggiore vincendone tre.

“Dopo aver parlato con Kevin, sua mamma e anche una parte dello staff di TSA (sigla della federazione, ndr) che sono nel sistema da anni, sono giunto alla conclusione che – mentre la nostra federazione ha sostenuto Kevin più di quanto la maggior parte delle persone pensi, nel complesso non lo abbiamo sostenuto abbastanza – ha detto Glover a Sport24.co.za -. In breve, sia lui che la sua famiglia hanno fatto grandi sacrifici per portarlo dov’è oggi. Questo è il loro trionfo, non il nostro”.

Nel suo cammino verso la finale a Flushing Meadows, il 31enne nativo di Johannesburg ha detto di voler ispirare una nuova generazione di giocatori nel suo Paese nativo. L’unico sudafricano vincitore Slam è stato Johan Kriek due volte agli Australian Open negli anni ’80. “La mia speranza più grande è ispirare i bambini a giocare a tennis. E’ molto dura se vieni dal Sudafrica, lontano dalla grande scena. Mi fa sentire bene il fatto di poter dimostrare ai bambini che se lavori duramente, puoi arrivare qui”.

Il carattere da combattente del giocatore alto 203 cm è stato sostenuto da Glover, che lo ha descritto come ‘ambasciatore’ del tennis. “Personalmente non penso che Kevin abbia ricevuto gli elogi che merita in Sudafrica, a parte gli ultimi giorni. E’ un grande ambasciatore del nostro sport, un uomo intelligente e riflessivo, una persona di classe, qualità e carattere, che bada al suo Paese nativo“.


Nessun Commento per “PRESIDENTE FEDERAZIONE SUDAFRICA: 'ANDERSON HA FATTO GRANDI SACRIFICI'”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.