KYRGIOS: ‘HEWITT E MCENROE MI CAPISCONO’

Il numero 20 del mondo soddisfatto per la bell'esperienza vissuta alla Laver Cup col capitano del team Mondo
martedì, 1 Maggio 2018

Alla domanda su chi sia il giocatore che gli piacerebbe allenare, John McEnroe ha risposto: “Nick Kyrgios”. Arrabbiato dalle recenti critiche dell’ex tennista americano su di lui, Kyrgios ha risposto dicendo: “Forse McEnroe stava sognando…”.

Ma le personalità emotive si sono incontrate lo scorso settembre alla Laver Cup dove McEnroe ha dato consigli e suggerimenti a Kyrgios per il bene suo e del team del resto del Mondo. E Nick si è goduto la magnifica esperienza: “Sì, ci troviamo molto bene – ha detto Kyrgios, che non ha sfruttato un match point contro Roger Federer nel match finale che ha consentito al team europeo di vincere il trofeo. “Mi diceva, dai tutto, poi se perdi va bene lo stesso perché lui è un buon giocatore. E io: ‘Mac, è così che sono. A volte sembra così’. Andiamo d’accordo ed è stato davvero bello averlo lì”.

Trascorrere del tempo con McEnroe nel dietro le quinte gli ha fatto capire che sono due persone simili: “Gli ho detto ‘non hai la personalità che pensavo. Perché giocavi?’ E lui: ‘Sai, l’ho fatto per lo stesso tuo motivo’. È perché siamo migliori in questo rispetto a tutti gli altri’. Mi rivedo in lui in molte cose. È stato di grande aiuto per me. Mi capisce in molti aspetti ed è una ventata d’aria fresca avere qualcuno che capisca da dove vengo”.

Kyrgios ha un ottimo rapporto anche col capitano della squadra australiana di Coppa Davis Lleyton Hewitt, che lo ha sostenuto nei momenti belli e soprattutto brutti della semifinale persa lo scorso anno in Belgio. “In Coppa Davis ho Lleyton che mi dice le cose come stanno. John è più disinvolto, ma dice cose sensate. Sono personalità molto diverse, ma allo stesso tempo mi capiscono”


Nessun Commento per “KYRGIOS: 'HEWITT E MCENROE MI CAPISCONO'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.