BRIAN VAHALY, EX TOP 70: “SONO GAY”

L'ex tennista americano è sposato e ha due gemelli
sabato, 10 Marzo 2018

In un’intervista rilasciata qualche mese fa a Sports Illustrated, l’ex numero 64 del mondo Brian Vahaly ha fatto coming out. L’ex tennista americano è sposato e insieme a suo marito ha due gemelli di 10 mesi attraverso un surrogato. “È stato dopo che ho lasciato il tennis (nel 2006, ndr) che ho capito me stesso come persona, dove sarei andato, cosa mi avrebbe fatto felice, e sono arrivato a questa conclusione sulla mia sessualità e non è stato facile visto che venivo da un ambiente sportivo. Ho imparato da questo e sono contento della mia situazione attuale. È entusiasmante e bellissima ma è stato difficile”, ha riconosciuto Vahaly, unico ex top 100 nell’ultimo decennio or sono a rivelare la sua omosessualità.

Vahaly ha anche commentato le polemiche dichiarazioni di Margaret Court che si è detta contro i matrimoni tra persone dello stesso sesso. “Inviterei Margaret a trascorrere del tempo con persone gay che hanno famiglia. Per i gay avere dei bambini non significa soltanto svegliarsi con loro, perché è un’esperienza intensa, seria ed estenuante che richiede tanti anni e molti soldi. Se c’è una cosa che dovete sapere è che ogni bambino di una coppia gay è incredibilmente amato da genitori che impazziscono per loro. Vorrei capire perché è contro i miei figli e tutti coloro che non hanno una mamma. Se conoscesse i piccoli Parker e Bennett e venisse a casa nostra, capirebbe perché le sue parole fanno così tanto male a molte persone”.

Esprimendosi sull’opzione che la Margaret Court Arena cambi il suo nome, Vahaly ha detto: “Sarei incredibilmente sorpreso se Tennis Australia prendesse una posizione e cambiasse nome. Vorrei invitarli a riflettere riguardo il messaggio che si sta mandando se permettono questo. Non è qualcosa che può essere tollerato. Ho giocato contro Andre Agassi nel 2003 sulla Margaret Court Arena, e se fossi ancora in attività avrei difficoltà a giocare su quel campo”.

Vedere il numero uno al mondo Andy Murray parlare in sostegno dei giocatori gay è un’ispirazione. Non ha motivo per entrare nell’argomento, ma lo fa perché sa che è la cosa giusta da fare. Avere il supporto del numero uno è importante.”


Nessun Commento per “BRIAN VAHALY, EX TOP 70: "SONO GAY"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.