MILOS RAONIC NON DEMORDE, ANZI RILANCIA: “VORREI FINIRE LA STAGIONE ALLA GRANDE”

Il gigante canadese stupisce tutti annunciando il proprio rientro a Tokyo la settimana prossima, ma permangono comunque dubbi sulle sue condizioni
venerdì, 29 Settembre 2017

Tennis. Numerose star del circuito maschile sono state costrette ad annunciare il proprio forfait sino al termine della stagione a causa di problemi fisici che non gli permettevano di rendere al meglio delle loro potenzialità. Tra queste sembrava esserci anche il nome di Milos Raonic, reduce poche settimane fa da un’operazione chirurgica al polso sinistro che pareva aver sinceramente posto fine alle sue ambizioni di rientro nell’annata corrente.

Il gigante canadese ha invece stupito tutti annunciando il proprio rientro in occasione dell’ATP di Tokyo, con il chiaro intento di cercare la migliore forma possibile in vista di un finale di stagione particolarmente adatto alle sue caratteristiche.

Stupisce molto la scelta dell’attuale numero 3 del ranking, se si considera che il pupillo di Riccardo Piatti non disputa un incontro ufficiale addirittura dalla Rogers Cup disputata nel mese di agosto, pur sottolineando la grande ascesa del connazionale Denis Shapovalov che ha contribuito a tenere alto l’onore dei canadesi. Nel complesso, il 2017 non è sicuramente stato l’anno migliore della carriera di Raonic, a fronte di due finali perse su altrettanti tentativi e soprattutto di un rendimento piuttosto scarno negli Slam dove non è mai riuscito ad issarsi oltre i quarti di finale (rispettivamente agli Australian Open e a Wimbledon).

Un evidente passo indietro quindi rispetto alle stagioni passate, in relazione al fatto che il trionfo in un Major costituisce proprio l’obiettivo di maggior rilievo nei pensieri di Milos e di tutto il suo team. Allo stesso modo, non si può fare a meno di ricordare che la scarsa brillantezza atletica ha senza dubbio inciso molto sulle numerose prestazioni negative del nativo di Podgorica negli scorsi tornei.

“Vorrei finire la stagione alla grande“, ha precisato l’ex numero tre del mondo in un’intervista a Sportsnet. “L’infortunio ha riguardato il mio arto non dominante, quindi non mi ha rallentato più di tanto. Ho continuato a giocare e ad allenarmi duramente“. Giova a questo punto evidenziare che il Japan Open prenderà il via lunedì prossimo, come sempre coadiuvato dall’appuntamento gemello di Pechino insieme al quale i migliori tennisti scalderanno i motori già pensando al successivo Masters 1000 di Shanghai.

A guidare il tabellone sarà il finalista di Wimbledon nonchè trionfatore degli US Open 2015, il croato Marin Cilic, seguito dall’austriaco Dominic Thiem e dallo stesso Raonic pronti a fargli lo sgambetto. Magari potrebbe essere la volta buona per sbloccarsi nel 2017 in riferimento a Raonic, che non termina un’annata a secco di titoli addirittura dal 2011. Va però detto che il Giappone non gli ha mai regalato troppe soddisfazioni in carriera, mettendo beffardamente l’accento sulle tre finali consecutive perse tra il 2012 e il 2014, due volte ad opera del padrone di casa Kei Nishikori e l’altra dinnanzi all’argentino Juan Martin del Potro.


Nessun Commento per “MILOS RAONIC NON DEMORDE, ANZI RILANCIA: "VORREI FINIRE LA STAGIONE ALLA GRANDE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.