SHAPOVALOV RINUNCIA A TOKYO PER PROBLEMI CON CARTE VISA

Allarme rientrato per Denis Shapovalov. Il tennista canadese aveva dato forfait per l’ATP 500 di Tokyo in programma da questo weekend dove avrebbe dovuto competere nel tabellone di qualificazioni grazie a una wild card da parte degli organizzatori, visto che quando è uscita l’entry list Shapovalov era ancora fuori dalla top 100. Tuttavia Denis è […]
martedì, 27 Febbraio 2018

Allarme rientrato per Denis Shapovalov. Il tennista canadese aveva dato forfait per l’ATP 500 di Tokyo in programma da questo weekend dove avrebbe dovuto competere nel tabellone di qualificazioni grazie a una wild card da parte degli organizzatori, visto che quando è uscita l’entry list Shapovalov era ancora fuori dalla top 100. Tuttavia Denis è stato costretto a rinunciarvi per problemi riguardanti la carta VISA, ritenuta non idonea da parte dell’ATP. Venerdì si era sparsa la voce che Shapovalov avesse dato forfait per un problema al ginocchio sinistro, dal momento che era apparso molto dolorante in allenamento nel torneo giapponese. Il numero 69 del mondo tornerà in gara nel Masters 1000 di Shanghai in programma tra una settimana grazie di nuovo a una wild card questa volta per il tabellone principale. Nell’ultimo mese e mezzo la vita e carriera di Shapovalov è cambiata totalmente: il nativo 18enne di Tel Aviv ha raggiunto le semifinali a Montreal e il quarto turno agli US Open partendo dal tabellone di qualificazioni.

Shapovalov che in una recente intervista ha parlato della grande esperienza di giocare alla Laver Cup con tante leggende del gioco: “Può qualcuno darmi un pizzicotto? Avere John McEnroe come capitano, essere nello stesso evento di Roger e Rafa, è un sogno diventato realtà – ha detto Shapovalov al Telegraph -. Rod Laver è una leggenda. Ma ovviamente quando ero adolescente, in TV c’erano Roger e Rafa quindi questi erano i miei idoli principali. E’ assurdo come siano riusciti a mantenere questo livello e a giocare un gran tennis, ma è per questo che sono dei campioni e perchè hanno vinto così tanti Slam.La prima impressione che si ha è ‘oh mio Dio c’è Roger‘, ma poi lo incontri ed è come qualunque altro. Parla così bene del mio gioco, pensa che ho un buon potenziale.

Per me questa è un’ispirazione. Avere il tuo idolo che ti parla ti dà la miglior sensazione al mondo”.

Non avrà bisogno di giocare le quali nemmeno Yibing Wu, che ha ricevuto anch’esso un invito da parte degli organizzatori. Wu ha vinto il titolo degli US Open juniores sia in singolare che in doppio solo qualche settimana fa, dimostrando di avere il potenziale per essere la prossima stella del tennis mondiale. Sicuramente sarà una grande opportunità per lui giocare il torneo più importante della Cina probabilmente sul campo centrale davanti al suo pubblico.

Entusiasta il direttore del torneo Michael Luevano, che ha detto: “Questi due giovani ragazzi hanno giocato un tennis straordinario quest’anno ed è stato entusiasmante vederli all’opera”.

Nessun Commento per “SHAPOVALOV RINUNCIA A TOKYO PER PROBLEMI CON CARTE VISA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.