MARIA SHARAPOVA: ‘ANCORA ALTI E BASSI, MA STO BENE FISICAMENTE’

La tennista russa analizza la vittoria in tre set su Ekaterina Makarova
mercoledì, 21 Marzo 2018

È approdata al terzo turno del China Open di Pechino Maria Sharapova, che ha battuto la connazionale Ekaterina Makarova col punteggio di 6-4 4-6 6-1. “Ancora degli alti e bassi – ha ammesso in conferenza stampa la cinque volte campionessa Slam -. Alcuni break e controbreak. Non ho servito bene nel primo set ma sono riuscita a vincerlo. Nel secondo ha alzato il livello ma nonostante ciò mi sentivo molto motivata per cominciare il terzo. Mi chiedevo come mi sarei sentita fisicamente, ma alla fine è andata molto bene. Ho iniziato a leggere le sue tattiche, lei andava al corpo, servizio al corpo tutto il tempo, soprattutto dopo il coaching in campo di Thomas (Hogstedt). Da quando poi l’ho capito, ho avuto un’idea migliore su cosa dovevo fare e su come giocare”.

Un 2017 in cui – dopo essere tornata a seguito della sospensione di 15 mesi – ha avuto diversi problemi fisici che le hanno impedito di giocare a Wimbledon e nei tornei in preparazione agli US Open. Ha parlato tanto della resistenza fisica, ma c’è anche una parte mentale? “Sì, penso si tratti di adattarsi sia mentalmente che fisicamente. A livello mentale man mano che giochi alcune cose le fai automatiche, e questo arriva solo col tempo. Oggi ho fatto le giuste modifiche. Nel match precedente ho salvato un match point, poteva andare da una parte o dall’altra e non avrei avuto la chance di fare ciò che ho fatto oggi. Ogni match è una sfida”.

Da prima della squalifica, sente che il livello generale del tennis femminile si sia alzato o abbassato? “È difficile giudicare questo. C’è una grande intensità ma anche tante opportunità. In passato i primi turni erano più facili, ora non si può più pensare in questo modo. Ci sono tante buone giocatrici sia nel primo che nel secondo, terzo o quarto turno. Ma quando dico che ci sono delle opportunità, mi riferisco al fatto che ci sono state diverse giocatrici numero uno, che hanno avuto molte chance”.

Prossimo match contro Simona Halep. “Ci conosciamo a vicenda molto bene sul piano di gioco. Non ci sono segreti. Le nostre sfide sono sempre state emozionanti e competitive. Ma ogni giorno è un giorno nuovo. Amo la sfida di giocare contro una numero due del mondo. È una grande giocatrice che quest’anno ha fatto molto bene. Sarà un bel test”. Sharapova ha infine parlato della donazione che farà al Porto Rico, devastato dall’uragano Maria. Non è escluso una sua visita all’isola insieme all’idola di casa Monica Puig, con cui ha giocato un match di esibizione lo scorso dicembre.


Nessun Commento per “MARIA SHARAPOVA: 'ANCORA ALTI E BASSI, MA STO BENE FISICAMENTE'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.