GILLES SIMON LICENZIA TUTTO IL SUO TEAM

Il tennista francese concluderà la stagione 2017 da solo
mercoledì, 14 Marzo 2018

Gilles Simon fa come Novak Djokovic e si separa dal suo staff. “Mi sono lasciato da tutto il team: il mio allenatore (Jan de Witt), il mio mental coach (Ronan Lafaix) e il mio preparatore fisico (Milos Jelisavcic) “, ha detto ad AFP. “Le loro competenze non si discutono e sono in ottimi rapporti con loro. Cercherò di risolvere 2-3 cose da solo. La cosa importante è avere le idee chiare”.

Simon – numero sei delle classifiche mondiali nel gennaio 2009 – ha ammesso di essersi “sentito non troppo tranquillo recentemente in campo – ha spiegato Simon -. Sto bene fisicamente e non ho alcun infortunio, ma non è un periodo piacevole per me”.

Nel 2017 Simon ha aperto la stagione perdendo al primo turno di Brisbane contro il connazionale Lucas Pouille, agli Australian Open si è arreso al canadese Milos Raonic al terzo turno, a Rotterdam ha perso da Dominic Thiem al secondo turno, quarti a Marsiglia sconfitto dal futuro vincitore Jo-Wilfried Tsonga, sconfitta contro Thiem e Jan-Lennard Struff ad Acapulco e Miami entrambi all’esordio, vittoria sfiorata contro Novak Djokovic a Monte Carlo, poi ancora una battuta d’arresto contro Bjorn Fratangelo a Budapest, quarti di finale a Lione, primo turno al Roland Garros, Stoccarda e Halle, secondo turno a Wimbledon battuto ancora da Thiem, sconfitte al primo turno a Umago, Kitzbuhel, Winston Salem e US Open. A Metz ha battuto Andreas Seppi prima di arrendersi a Peter Gojowczyk. Una stagione molto negativa in cui non vince due partite di fila da fine maggio, e un declino inevitabile in quella che è la parte finale della sua carriera.


Nessun Commento per “GILLES SIMON LICENZIA TUTTO IL SUO TEAM”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.