KYRGIOS E BERDYCH CHIUDONO IN ANTICIPO LA LORO STAGIONE

L'australiano e il ceco si aggiungono alla lista di giocatori che non prenderanno parte al finale di stagione, entrambi alle prese con problemi fisici
venerdì, 20 Ottobre 2017

Tennis. Prosegue senza sosta l’ecatombe di defezioni da parte dei top players del circuito maschile per l’ultimo scorcio della stagione corrente, durante il quale dovremmo comunque assistere alla lotta tra Roger Federer e Rafael Nadal con in palio la vetta del ranking mondiale. L’ultimo nome nella lista di coloro che hanno già dato appuntamento al 2018 è quello di Nick Kyrgios, visto che il bad boy australiano ha deciso di alzare bandiera bianco complice il persistente problema all’anca che sta influenza le sue prestazioni di svariati mesi ormai.

Il talento di Canberra archivia quest’annata forte di un bilancio complessivo di 31 vittorie a fronte di 16 sconfitte, ma senza aver compiuto quel salto di qualità soprattutto caratteriale che si auspicava potesse avvenire in uno dei quattro Major. I suoi migliori risultati corrispondono senza dubbio alle finali raggiunte nel Masters 1000 di Cincinnati e nel recente ATP di Pechino, entrambe perse rispettivamente contro Grigor Dimitrov e Rafael Nadal senza riuscire a portare a casa nemmeno un singolo parziale. L’anno prossimo vedremo finalmente se Nick sia destinato ad entrare davvero nel firmamento di questo sport, oppure se si tratti soltanto di una meteora incapace di fornire continuità di prestazioni.

“Sfortunatamente a causa del riacutizzarsi dell’infortunio all’anca che ho sofferto al Queen’s, sono costretto a chiudere la mia stagione per essere sicuro di potermi curare e preparare al meglio per l’estate australiana. Ho giocato tantissimo tennis da quando sono tornato a Washington e, a meno che non voglia peggiorare, il problema al punto da richiedere un’operazione chirurgica, devo ascoltare il mio corpo e il mio team. Quest’anno non è stato ricco di soddisfazioni quanto avrei voluto, specialmente nei tornei dello Slam anche se è stato positivo sotto altri aspetti. Non è un segreto che ho passato dei momenti tristi fuori dal campo che si sono aggiunti alle mie delusioni di quest’anno. Farò tutto quello che posso per migliorare nel 2018 e vorrei ringraziare tutti voi che mi avete sostenuto, contattato mandandomi incorragiamento ed energia positiva durante tutto l’anno. Grazie e ci vediamo nel 2018″. Questo il comunicato ufficiale apparso sul profilo Twitter di Kyrgios.

Stessa sorte toccata anche al ceco Tomas Berdych, protagonista di un’annata abbastanza sottotono fatta eccezione forse per la semifinale raggiunta a Wimbledon in estate, un drastico calo di risultato rispetto alle stagioni precedenti esemplificato anche dall’attuale 14ma piazza nella Race. L’impossibilità di partecipare alle ATP Finals di Londra, dove ha rappresentato una costante dal 2010 al 2015, unita alla mancanza di titoli in bacheca per la prima volta dal 2013, hanno probabilmente indotto il 32enne di Valasske a concentrarsi sul recupero al fine di farsi trovare pronto già a gennaio. Di seguito le parole scritte da Berdych per giustificare la sua scelta.

“A tutti i miei amici e tifosi,
mi dispiace comunicarvi che sono costretto a chiudere qui la mia stagione. Gioco con dolori alla schiena da Wimbledon e nel mio ultimo match a Pechino mi sono reso conto che non migliorava per niente e mi è stato consigliato dal mio team medico di prendermi qualche settimana di riposo e di cure in modo da essere completamente guarito e senza dolore per essere pronto a competere all’inizio del 2018. Mi dispiace di non poter giocare a Vienna e Parigi ma credo davvero che sia meglio per me essere pronto e sano per i tornei di gennaio e l’Australian Open che è uno dei miei tornei preferiti”.


Nessun Commento per “KYRGIOS E BERDYCH CHIUDONO IN ANTICIPO LA LORO STAGIONE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.