ATP NEXT GEN FINALS: CHUNG E KHACHANOV FANNO LA VOCE GROSSA

Il coreano ottiene la qualificazione anticipata alle semifinali delle ATP Next Gen Finals, mentre il russo deve vincere nell’ultima giornata per sperare

Tennis. Grandi emozioni nella sessione diurna della seconda giornata delle ATP Next Gen Finals in corso di svolgimento nella cornice indoor di Milano, anche se abbiamo ancora tutti negli occhi la beffa incredibile subita ieri da Gianluigi Quinzi autore comunque di una prestazione eccezionale dinnanzi al favorito del seeding Rublev.

Ricordiamo che il nativo di Cittadella tornerà in campo oggi non prima delle 19:30 per affrontare la stella canadese Denis Shapovalov, anch’egli uscito sconfitto dal match inaugurale e voglioso dunque di togliere lo zero dalla casella delle vittorie.

Nel primo incontro odierno trova riscatto un convincente Karen Khachanov all’interno del Gruppo B, dove il portacolori russo si è sbarazzato piuttosto agevolmente dello statunitense Jared Donaldson grazie allo score conclusivo di 4-1 4-3(3) 4-2 in un’ora esatta di partita, frutto di un dominio quasi incontrastato dall’inizio alla fine.

Il secondo favorito del seeding tiene vive in questo modo le sue possibilità di accesso in semifinale, mentre lo stesso non si può dire con riferimento alla promessa americana ormai praticamente eliminata complice anche un bilancio complessivo di zero set vinti a fronte di ben sei persi.

Probabile che lo scarso rendimento dell’astro nascente del movimento a stelle e strisce sia in parte legato ad un infortunio patito al polso sinistro, tanto che il moscovita ha avuto vita davvero agevole non trovando mai una reale opposizione da parte del rivale. Staremo ora a vedere se Khachanov sarà in grado di confermare le buone impressioni fornite oggi anche nell’ultimo e decisivo incontro previsto per domani.

Continua invece a stupire nel Gruppo A uno splendido Hyeon Chung, autore della seconda vittoria consecutiva ai danni stavolta del quotato russo Andrey Rublev letteralmente spazzato via con il sonoro punteggio di 4-0 4-1 4-3(1) in appena 68 minuti di gioco.

Il successo odierno consente inoltre al tennista coreano di ottenere la qualificazione al penultimo atto già alla vigilia dell’ultima giornata, nella quale affronterà Gianluigi Quinzi al solo fine di decretare la propria posizione all’interno del girone.

Preoccupante, d’altro canto, la prestazione offerta dal principale favorito del torneo in seguito alle lacune palesate ieri sera, quando una miriade di errori gratuiti da fondo campo lo hanno condotto fino ad un passo dalla sconfitta.

L’impressione persistente è infatti che il 20enne di Mosca non abbia ancora maturato la giusta continuità ad altissimi livelli, pur essendo indiscutibilmente dotato di un talento incredibile unito ad una facilità di braccio comune davvero a pochissimi eletti. Il lavoro del suo coach Fernando Vicente dovrà quindo soffermarsi proprio sull’aspetto mentale del proprio assistito, la cui personalità costituisce un’arma a doppio taglio nel caso in cui non dovesse essere affinata nel modo giusto durante gli anni a venire.


Nessun Commento per “ATP NEXT GEN FINALS: CHUNG E KHACHANOV FANNO LA VOCE GROSSA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.