NISHIKORI SULL’INFORTUNIO AL POLSO: “É STATO UN DOLORE MAI AVVERTITO PRIMA”

Il polso rappresenta l’ennesima sfida nella sfortunata carriera di Nishikori, il cui ritorno dovrebbe avvenire nel mese di febbraio
sabato, 25 Novembre 2017

Tennis. La promettente carriera di Kei Nishikori è stata fino a questo momento falcidiata da innumerevoli infortuni, l’ultimo dei quali al polso destro che lo ha costretto a saltare buona parte di questa stagione a causa dell’incredibile dolore persistente nella zona interessante. Durante la sua permanenza in Giappone, il portacolori nipponico ha spiegato il suo attuale stato di salute ai microfoni dell’emittente Nikkan Sports. 

Tutto è cominciato nel mese di agosto, più precisamente durante un allenamento sul cemento indoor di Cincinnati, dove Nishikori ha dovuto fare i conti con una dislocazione dell’ulna all’interno del tunnel carpale.

È stato un dolore mai avvertito prima – ha spiegato il numero 22 del mondo. Sembrava che il polso si stesse staccando. All’inizio, quando ho fatto gli esami, mi era stato detto che in 3 settimane il problema si sarebbe risolto, e quindi credevo di poter guarire negli Stati Uniti senza andare altrove.

Poi la parola ‘chirurgia’ è uscita dalla bocca di 3 o 4 medici, e dà lì mi sono preoccupato.

In seguito ho conosciuto uno specialista che ha curato il polso di Kim Clijsters, che mi ha consigliato un trattamento medico ad Anversa, in Belgio, scegliendo una terapia conservativa senza chirurgia.

Ho preso un mini-appartamento e sono stato lì per circa un mese. Poi sono tornato ad allenarmi nell’accademia di Kim Clijsters usando tre racchette di 200 grammi.

Io di solito utilizzo quelle da 330, e tra qualche settimana ri-utilizzerò quelle normali. Il recupero sta andando bene, anche se mi fa male il muscolo e non mi diverto molto visto che sono stato fermo per tanto tempo”.

Kei si è mostrato comunque fiducioso circa le sue reali possibilità di tornare ai massimi livelli, anche se le chance di tornare ad ammirarlo già in Australia sembrano piuttosto basse, anche in considerazione delle parole rilasciate recentemente dal suo coach Dante Bottini.

Non ho ansia. Sono fiducioso perché sono stato tra i primi 10 per circa tre anni. So che non sarà facile, come dimostrano le difficoltà che hanno avuto i giocatori con infortuni in passato. 

Ho chiesto al medico e mi ha detto che non dovrei pensarci ora. Questo infortunio è un caso speciale su cui è difficile esprimersi. Ci vorranno altri 2 mesi, forse tre. Penso a gennaio o febbraio“.

Rimane quindi in dubbio la partecipazione di Nishikori alla serie di Coppa Davis contro l’Italia, un’assenza che certamente beneficerebbe alle nostre percentuali di passaggio del turno ma toglierebbe enorme qualità alla contesa prevista subito dopo gli Australian Open.

Soltanto il tempo ci dirà quindi cosa aspettarci dal guerriero giapponese, costretto ad affrontare l’ennesima grande sfida di una carriera agonistica che rischia purtroppo di essere costellata dai “se”.


Nessun Commento per “NISHIKORI SULL'INFORTUNIO AL POLSO: "É STATO UN DOLORE MAI AVVERTITO PRIMA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.