FERRERO: “ZVEREV DEVE CRESCERE E ACCUMULARE ESPERIENZA”

Juan Carlos Ferrero, attuale coach del campioncino tedesco Zverev, si dichiara soddisfatto guardando ai risultati conseguiti in questa stagione
giovedì, 30 Novembre 2017

Tennis. La collaborazione tra Juan Carlos Ferrero e Alexander Zverev ha prodotto buoni risultati soprattutto nella prima parte della stagione, se si considera che il talento di Amburgo ha trionfato nei due Masters 1000 di Roma e Montreal, senza tuttavia riuscire a piazzare l’acuto nei tornei del Grande Slam.

Una lacuna sulla quale i due protagonisti dovranno certamente lavorare in ottica 2018, interrogandosi anche sulle cause del declino di Sascha nella seconda parte dell’annata contraddistinta da diverse eliminazioni premature tra cui spicca quella alle ATP Finals di Londra.

Il tempo è ovviamente tutto dalla parte del campioncino tedesco, ben supportato da una personalità esperta come quella di Ferrero capace durante la sua carriera di issarsi fino al numero uno del mondo e di imporsi al Roland Garros nell’edizione 2013.

“Ciò a cui stiamo assistendo è un prima e un dopo per Sascha. L’esperienza a Londra è stata molto formativa per lui, in quanto ha potuto capire come gestire al meglio se stesso ed il suo corpo in eventi di questo livello” – ha dichiarato l’allenatore spagnolo.

“È stato un anno molto importante per Sascha. I successi sono arrivati molto velocemente e ciò è stato qualcosa di difficile da gestire. Parte del mio obiettivo è aiutarlo a mantenere un equilibrio e sostenerlo quando le cose non vanno come vorrebbe.

Tutto ciò migliorerà con il tempo, ma io sto cercando di accelerare questo processo. Deve continuare a crescere e ad accumulare esperienza”.

Staremo a vedere se tali promesse verranno rispettate quando si ricomincerà a fare sul serio a partire da gennaio, nella consapevolezza che Alexander abbia davvero le potenzialità per dominare questo sport nell’epoca post Nadal e Federer.

Un altro allenatore che ha fatto molto bene in questi mesi è stato senza dubbio Samuel Lopez, che grazie all’etica del duro lavoro è stato in grado di portare il suo pupillo Pablo Carreno Busta fino al Master di fine anno, anche se in qualità di riserva.

“Si dice che sia più difficile arrivare in cima, che non restarci. Bisogna avere il giusto insieme di mezzi per rimanere costantemente al massimo livello, ma soprattutto è necessario avere quel quid che serve per giocare in situazioni avverse.

Sascha possiede tutto ciò oltre a del talento naturale, perciò attualmente si trova così in alto. Juan Carlos è molto esigente e professionale e credo che alla lunga contagerà Zverev”. Queste le parole rilasciate recentemente dal coach iberico, troppo spesso trascurato dagli addetti ai lavori per via di un carattere poco appariscente e vistoso.

 


Nessun Commento per “FERRERO: "ZVEREV DEVE CRESCERE E ACCUMULARE ESPERIENZA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.