MURRAY GIOCHERÀ A BRISBANE, PAROLA DEGLI ORGANIZZATORI

Secondo il parere degli organizzatori del torneo australiano, non ci sarebbe alcun indizio tale da far pensare ad un forfait da parte di Murray
venerdì, 22 Dicembre 2017

Tennis. Il ritorno nel circuito di Andy Murray a seguito dei noti problemi all’altezza dell’anca dovrebbe a venire tra pochi giorni in occasione del prestigioso ATP di Brisbane, previsto durante la prima settimana del nuovo anno e capace di annoverare nella sua entry list nomi del calibro di Rafael Nadal e Nick Kyrgios, a cui si aggiungono il campione uscente Grigor Dimitrov e il canadese Milos Raonic.

Sta andando bene il recupero di Andy. E’ sulla strada giusta. Sta seguendo la riabilitazione in modo religioso, cercando di fare tutto quello che gli viene detto, con l’obiettivo di tornare a buoni livelli nella prossima stagione.

Al momento non aggiungeremo nessuno al nostro staff. La cosa principale ora è che Andy recuperi al 100%.

Ivan è stato presente solo poche settimane durante l’anno e tutto il lavoro di riabilitazione è stato realizzato senza di lui. Quindi tutto continuerà come prima”, aveva recentemente dichiarato sua madre Judy nel corso di un’intervista che aveva tranquillizzato la maggior parte dei suoi tifosi.

Alcune testate britanniche, tra cui spiccano il Telegraph e la BBC, hanno però recentemente riproposto alcuni dubbi circa le reali condizioni del fuoriclasse scozzese ancora impegnato negli allenamenti in Florida quando invece si sarebbe dovuto recare in Australia già durante il periodo natalizio.

Gli organizzatori del torneo di Brisbane hanno oggi voluto rassicurare tutti gli appassionati ostentando una certa sicurezza in merito alla possibilità che Andy possa essere regolarmente al via della manifestazione di inizio anno.

Ricordiamo infatti che il tre volte campione Slam è lontano dai campi addirittura dai quarti di finale disputati a Wimbledon contro l’americano Sam Querrey, quando dovette cedere al dolore prima ancora che ai missili del gigante a stelle e strisce.

Tutto lascerebbe dunque presagire che il giocatore britannico sia intenzionato a raggiungere il Queensland prima di Natale, così da abituarsi il più possibile alle afose condizioni australiane che richiedono un dispendio fisico nettamente superiore alla norma.

Ancora qualche giorno e sapremo dunque se si tratta soltanto di ingiustificato allarmismo oppure di timori fondati, visto anche il parere di alcuni esperti secondo i quali non torneremo mai ad ammirare la miglior versione di Murray.

C’è da dire che l’ultima esibizione andata in scena a Glasgow contro Roger Federer aveva mostrato un Andy ancora indietro dal punto di vista della condizione, con ripercussioni soprattutto negli spostamenti laterali verso il suo lato sinistro.

La speranza è naturalmente quella di poter rivedere presto uno dei massimi esponenti del circuito maschile nell’arco dell’ultimo decennio, costellato di fenomeni come mai nella storia del tennis.


Nessun Commento per “MURRAY GIOCHERÀ A BRISBANE, PAROLA DEGLI ORGANIZZATORI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.