CAHILL: “HALEP É CAPACE DI VINCERE QUALUNQUE SLAM”

Il 52enne australiano Darren Cahill, coach dell’attuale numero uno del mondo Halep, ha parlato di come la rumena sia in grado di spezzare il suo digiuno negli Slam

Tennis. Tra i segreti del fantastico 2017 di Simona Halep è impossibile non menzionare il nome del suo coach Darren Cahill, insieme al quale la portacolori rumena è riuscita ad issarsi fino al primo posto del ranking mondiale a coronamento di un’annata contraddistinta da una costanza incredibile sotto il profilo del rendimento.

Nonostante la proficua collaborazione appena accennata, il 52enne australiano non è tuttavia stato in grado di aiutare la propria assistita a spezzare definitivamente il digiuno nei tornei dello Slam, una maledizione accentuata ulteriormente dalla beffa subita in finale al Roland Garros per mano della sorpresa lettone Jelena Ostapenko.

Cahill ritiene comunque che nulla sia perduto, oltre a mostrarsi assai fiducioso in merito alla possibilità che il futuro regali a Simona tutte quelle gioie a livello Major che fino adesso le sono mancate. Un concetto esemplificato anche durante una recente intervista.

“Non puoi essere numero uno del mondo e raggiungere finali in uno Slam senza la capacità di vincere un Major.

È una questione di continuare a lavorare duramente e fare le cose giuste giorno dopo giorno e mettersi in una buona posizione.

Se nel passato ha avuto infortuni e problemi di salute, ora è al 100% e in salute. Speriamo rimanga così.

Sta giocando bene ed è pronta. Deve essere preparata nei grandi momenti e giocare il match senza rimpianti da parte sua.

Ho molta fiducia sulle sue possibilità di farcela. Ora anche lei deve pensarla così. Gioca bene sull’erba ed è una buona giocatrice sul cemento.

Nel corso delle due settimane, è capace di vincere qualunque Slam”.

Ricordiamo che il sodalizio tra Halep e Cahill era cominciato nel 2015 tra alti e bassi, tanto che i due si erano anche momentaneamente separati dopo il torneo di Miami prima di tornare in maniera saggia sui rispettivi passi.

Ora, a margine della conquista dello scettro della classifica mondiale, la campionessa rumena ha voluto inoltre omaggiare il suo allenatore rivolgendogli una dedica a dir poco commovente.

“Dopo 5 giorni [da quando sono diventata numero uno] vorrei condividere questo successo con te. Diventare n. 1 è stato un sogno che ho avuto sin da quando ho iniziato a giocare a tennis.

Ora è tutto vero e le mie parole non bastano per dirti come i sento, cosa mi sento. So che ora restarci sarà molto difficile, ma è proprio per motivi come questi che continuo a lavorare e a giocare a tennis: perché so ogni giorno è una sfida.

E vorrei ringraziarti, Darren, per aiutarmi a superare ogni ostacolo dal 2015. Sei il miglior coach! Ora è tempo di andare a Singapore: un’altra sfida è alle porte… Spero di passare bellissimi giorni lì!”.

 


Nessun Commento per “CAHILL: "HALEP É CAPACE DI VINCERE QUALUNQUE SLAM"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.