AUSTRALIAN OPEN: FOGNINI REGOLA BENNETEAU, DUE AZZURRI AGLI OTTAVI

Fabio Fognini raggiunge Seppi agli ottavi di finale degli Australian Open, decisiva la vittoria in cinque set ai danni di Benneteau
sabato, 20 Gennaio 2018

Tennis. A distanza di 42 anni dall’ultima volta risalente al lontano 1976, due tennisti azzurri si qualificano per gli ottavi di finale di un appuntamento dello Slam. Si tratta di Fabio Fognini e Andreas Seppi, intenzionati a giocarsi tutte le loro carte sul cemento rovente degli Australian Open.

Il portacolori ligure si è infatti sbarazzato nella giornata odierna del francese Julien Benneteau grazie allo score conclusivo 3-6 6-2 6-1 4-6 6-3 dopo poco più di tre ore di battaglia senza esclusione di colpi.

Alla fine, però, la maggior classe del numero uno d’Italia è venuta fuori proprio nel momento decisivo, evidenziando al contempo il grandissimo coraggio messo in mostra dal veterano transalpino autore a sua volta di una prestazione maiuscola.

Il prossimo ostacolo sul cammino del taggiasco risponde al nome del ceco Tomas Berdych, giustiziere di un malconcio Juan Martin del Potro al termine di una contesa dominata in lungo e in largo dall’attuale numero 20 delle classifiche mondiali. Due pari il bilancio dei precedenti, anche se l’ultimo risale addirittura al 2015.

Davvero lampante la gioia di Fabio nella conferenza stampa post-partita, durante la quale ha voluto sottolineare alcuni aspetti importanti relativi alla sua maturazione sia come atleta che come uomo.

“Ad inizio anno parto sempre lento, questa volta invece sono anche reduce dalla semifinale a Sydney. Sto giocando bene e fisicamente sono a posto. Oggi c’era un caldo terribile, è difficile giocare in queste condizioni.

Probabilmente sto sfruttando al meglio il fatto di essermi fermato prima la passata stagione, a Vienna per la precisione, perché avevo qualche problema al ginocchio.

Ho avuto più tempo per riprendere e ho fatto un’ottima preparazione. I risultati si vedono, mai avevo giocato così bene ad inizio anno, forse solo in quel famoso 2014. Se sto bene fisicamente il resto viene di conseguenza.

Sono partito un po’ contratto, ma lui giocava molto bene, era aggressivo e mi toglieva il tempo, non mi faceva scambiare. Poi nel secondo e terzo set ho tenuto un livello molto alto, direi che sono stati praticamente perfetti.

Purtroppo sono un po’ sceso nel quarto, soprattutto al servizio, e il mio avversario ne ha approfittato. Avevo anche recuperato il break preso sul 4-3, ma poi lui mi ha di nuovo tolto il servizio sul 5-4.

Nel quinto set mi sono accorto che accusava un po’ di stanchezza, era meno brillante soprattutto quando lo spostavo sul diritto mettendogli pressione.

Sono rimasto lucido e ho ripreso in mano il gioco. Vincere qui a Melbourne vale doppio, perché a parte il 2014 ho sempre fatto fatica in questo torneo”.

Risultati:

T. Sandgren b. M. Marterer 5-7 6-3 7-5 7-6(5)
[5] D. Thiem b. A. Mannarino 6-4 6-2 7-5
[25] F. Fognini b. J. Benneteau 3-6 6-2 6-1 4-6 6-3
H. Chung b. [4] A. Zverev 5-7 7-6(3) 2-6 6-3 6-0
M. Fucsovics b. N. Kicker 6-3 6-3 6-2
[14] N. Djokovic b. [21] A. Ramos-Vinolas 6-2 6-3 6-3
[19] T. Berdych b. [12] J. Del Potro 6-3 6-3 6-2
[2] R.Federer b. R.Gasquet 6-2 7-5 6-4


Nessun Commento per “AUSTRALIAN OPEN: FOGNINI REGOLA BENNETEAU, DUE AZZURRI AGLI OTTAVI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.