HANESCU: “HALEP SENZA SPONSOR? GLI ATLETI RUMENI SONO SVANTAGGIATI”

L’ex tennista rumeno Victor Hanescu esprime il suo parere in merito al caso della connazionale Halep, a lungo priva di uno sponsor
venerdì, 16 Febbraio 2018

Tennis. Nonostante abbia raggiunto la vetta del ranking femminile, fino a pochissimo tempo fa Simona Halep era ancora alla ricerca di uno sponsor dopo la separazione da Adidas. Una situazione davvero paradossale, sulla quale si è espresso anche l’ex tennista rumeno Victor Hanescu.

Gli atleti in Romania sono svantaggiati ed emarginati, quando cercano sponsor – ha dichiarato Hanescu ai microfoni di DigiSport -. Mi ricordo quanto sia stato difficile per me, anche quando ho avuto risultati molto buoni ed ero tra i primi 30.

Nella sostanza, noi romeni paghiamo le conseguenze di un mercato in Romania piccolo, povero e poco attraente per gli sponsor. E quindi vanno alla ricerca dei francesi, tedeschi o americani.

Quello che succede ora a Simona è accaduto ad altri in passato. Ricordo, per esempio, il caso di Nikolay Davydenko, ex tennista russo. È stato 3 del mondo, qualcosa di enorme nel maschile, ma ha avuto sponsor deboli”.

Secondo quanto si apprende attraverso il medesimo portale, l’ex regina delle classifiche avrebbe raggiunto un accordo con la Nike su una base di due milioni di dollari, praticamente il doppio rispetto a quanto percepito dallo sponsor precedente.

È la decisione migliore che potessi prendere, questi sono i vestiti più belli che possa indossare e sono molto soddisfatta per i termini finanziari dell’accordo“, ha affermato Halep, che è arrivata a Doha martedì.

Farò un allenamento e deciderò se giocare o meno. Il mio esordio è programmato per mercoledì“.

Piuttosto interessanti anche le parole rilasciate dal suo attuale coach, vale a dire Darren Cahill, fra i principali artefici della splendida ascesa della Halep nel corso delle ultime stagioni. Anche lui, d’altronde, sogna uno Slam come meritato riconoscimento per gli innumerevoli sforzi compiuti dalla sua assistita.

Ama tornare lì, ama la gente della Romania. Spero che la sosterranno, anzi ne sono sicuro perché è una Nazione passionale. 

So che non vede l’ora di tornare a casa. È stata una lunga stagione sul rosso, ha giocato quasi ogni giorno fino a qui. Sarà stanca e quindi sarà un bene ricaricare le pile e trascorrere del tempo a casa”.

Penso che il gioco delle donne sia molto diverso da quello degli uomini. Le differenze stanno nella forza, nella velocità e nella potenza fisica.

Nel circuito maschile i giocatori possono prepararsi al meglio prima di un match, hanno la possibilità di carpire informazioni su ogni avversario trovandone i punti deboli.

Le partite delle donne spesso sono condizionate da fattori emotivi, perciò è difficile basarsi su dati certi”.


Nessun Commento per “HANESCU: "HALEP SENZA SPONSOR? GLI ATLETI RUMENI SONO SVANTAGGIATI"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.