FEDERER PREFERISCE LA FAMIGLIA: SALTERÀ L’ATP DI DUBAI

Il campione svizzero Roger Federer ha sciolto finalmente le riserve in merito alla sua partecipazione al torneo degli Emirati Arabi

Tennis. L’ufficialità è arrivata soltanto poche ore fa nonostante la notizia fosse ormai nell’aria da più di qualche giorno: Roger Federer non prenderà parte all’ATP 500 di Dubai, preferendo concentrarsi direttamente sul Masters 1000 di Indian Wells in programma dall’8 marzo.

La comunicazione è arrivata direttamente dall’organizzatore del torneo, vale a dire Salah Talhak, che ha parlato delle decisione del fuoriclasse elvetico ai microfoni di Gulf News.

“Da quello che mi ha riferito il suo agente mercoledì, Federer preferisce trascorrere momenti di qualità a casa con la moglie e i figli invece di andare a Dubai.

Ha anche detto che questa decisione non ha niente a che fare con l’essere diventato numero uno, ma semplicemente non vuole modificare la sua preparazione in vista della difesa del titolo a Indian Wells e Miami: partirà per gli Stati Uniti a breve.

Rispettiamo totalmente la sua scelta e siamo super fiduciosi che tornerà a Dubai il prossimo anno”.

Interessanti anche le parole proferite dal numero uno al mondo durante i giorni scorsi, visto che tra le tematiche trattate Federer si è soffermato anche sull’ipotesi del ritiro.

“In un certo senso avrei voglia di ritirarmi, ma è qualcosa che per ora dovrà aspettare”.

Una risposta strana, nata dalla domanda del giornalista su come immagina la sua vita dopo il ritiro: “Beh, ne ho avuto un piccolo assaggio quando sono stato fuori per sei mesi alla fine del 2016 e, effettivamente, mi è piaciuto.

Non avere programmi, poter stare a casa più a lungo e poter lavorare per la mia Fondazione sono tutte cose che mi hanno fatto piacere. Sono felice di avere un gran gruppo di amici con me e, soprattutto, di poter contare su mia moglie e sui miei genitori, che sono straordinari.

Quindi so che starò bene quando mi ritirerò e starò a casa. Non credo che mi annoierò”.

“Vorrei anche trascorrere più tempo in Svizzera, in modo da aiutare i miei figli a crescere in un ambiente molto più normale e confortevole per loro. Mi vorrei impegnare in piccole attività e nel tennis”.

“Il mio ritorno è stato sorprendente e incredibile, il migliore della mia carriera. Dopo l’operazione del 2016 avevo molti dubbi, invece, non solo sono rientrato nel circuito, ma sono anche tornato numero uno. Sto vivendo dei grandi momenti da tennista”.

“La mia motivazione deriva dalla passione smisurata che ho per questo gioco. Mi piace ancora allenarmi e lavorare per innovare il mio tennis.

Ho avuto la grande opportunità di giocare in così tanti posti diversi e nelle più importanti arene sportive. È una sensazione che amo e che spero di poter provare ancora a lungo.

E poi c’è la mia squadra, la mia famiglia i miei fan. Il loro supporto è incredibile e ha avuto un ruolo decisivo nello spingermi a continuare dopo i trent’anni”.

 


Nessun Commento per “FEDERER PREFERISCE LA FAMIGLIA: SALTERÀ L'ATP DI DUBAI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • NOLE GRAZIATO, ROGER OK Federer e Djokovic in semifinale a Dubai. Se lo svizzero non ha difficoltà contro Stakhovsky, il serbo si è trovato sotto 5-4 e servizio nel primo set prima di un black-out di Florian […]
  • DJOKOVIC SUL TORNEO DI DUBAI: “MERITA DI ESSERE UN MASTER 1000” A pochi giorni dall'inizio di uno dei tornei più amati del circuito, Nole ammette il suo amore per questa manifestazione.
  • LA DELUSIONE DI TSONGA Il francese n.5 del ranking è stato sconfitto nei quarti di finale di Dubai dall’argentino Del Potro. "Non mi ha lasciato chance, ha meritato la vittoria", ha detto Jo-Wilfried, affranto, […]
  • FEDERER: “POSSO TORNARE NUMERO UNO” TENNIS – Lo svizzero è soddisfatto della sua condizione e si dice pronto ad una grande annata. Ha parlato anche Djokovic, dichiarando di sentirsi meglio rispetto allo scorso anno dal punto […]
  • FEDERER SI PREPARA PER L’ANNO D’ORO Roger Federer sta per tornare in campo, dopo il periodo di vacanza che si è preso al termine del torneo di Miami. "Posso ancora riprendermi il n.1" ha detto
  • MURRAY, UNA VITTORIA DI NERVI Il successo ottenuto contro Djokovic nel torneo degli Emirati galvanizza lo scozzese: "La fiducia in se stessi in uno sport come il tennis è fondamentale e il match di questa notte mi ha […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.