MOURATOGLOU: “SERENA HA BISOGNO DI COMPETERE IL PIÙ POSSIBILE”

Il celebre allenatore francese Mouratoglou sembra fiducioso sul ritorno della campionessa americana, lontana dai campi da più di un anno

Tennis. Nessuno più di Patrick Mouratoglou conosce le ambizioni di Serena Williams, pronta a fare il suo ritorno nel circuito sul cemento di Indian Wells in programma da questa settimana. Queste le dichiarazioni del coach francese ai microfoni della WTA.

“Probabilmente sì. Lei è nota per i suoi grandi rientri, l’ultimo nel 2012. Tornata da un intervento chirurgico, poi da un’embolia polmonare, incapace di vincere due Slam per due anni e mezzo, ha ripreso a 30 anni di età e ha vinto altri dieci Slam, restando al numero 1 per tre anni e mezzo, il suo periodo più lungo in cima al tennis.

Adesso ha 36 anni, ha appena avuto un figlio, è reduce da un secondo coagulo di sangue e viene da più di un anno senza competizioni ufficiali. Possiamo dirlo: è senza dubbio la sua più grande sfida”.

“Quando c’è Serena in ballo, è difficile non aspettarsi che vinca il torneo. Ma, ovviamente, adesso ci troviamo in una situazione molto particolare. Non gioca da più di un anno, ha avuto un bambino e molte complicazioni dopo il parto.

Il progetto è tornare al suo miglior livello. Si è allenata duramente per questo, e i tornei faranno parte del processo. In questo momento, ha bisogno di competere più di qualsiasi altra cosa. Per questo, ha intenzione di giocare sia a Indian Wells che a Miami.

Non sappiamo di quanto tempo avrà bisogno per tornare al suo miglior livello, e penso che dovremo avere pazienza e non caricarla di troppe aspettative, almeno all’inizio”.

“Penso che sia troppo presto per rispondere. Quando scende in campo, sento che è la stessa persona. Durante gli allenamenti posso vedere la stessa determinazione e le stesse aspettative.

Ci sono due versioni di Serena: una mamma a casa, e una grande agonista sul campo da tennis. Adesso ho bisogno di vederla in torneo per essere in grado di rispondere pienamente a questa domanda”.

“La vita di Serena è cambiata. Ha una famiglia, è una madre, adesso le priorità sono diverse. Ma Serena resta Serena. Quando decide di fare qualcosa, lo fa per essere la migliore. Avere una mentalità da campionessa non è una situazione, ma è un atteggiamento, una caratteristica del proprio carattere.

È qualcosa che rimane. Si prepara per competere ai massimi livelli. Ha preso la decisione di tornare a giocare a tennis, ma non era obbligata a farlo. Adesso vuole battere altri record, specialmente uno.

Questa è la sua spinta, continuare a vincere gli Slam e, si spera, stabilire il proprio record di vittorie. Ma sa che dovrà fare un passo alla volta, è un lungo percorso”.

“Kim è una campionessa eccezionale e una persona da cui trarre ispirazione. Sono sicuro che Serena abbia il massimo rispetto nei suoi confronti. Kim ha dimostrato che un campione rimane un campione: quando riesci a tornare in forma dopo essere diventata madre, beh, puoi competere allo stesso livello”.


Nessun Commento per “MOURATOGLOU: "SERENA HA BISOGNO DI COMPETERE IL PIÙ POSSIBILE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.