NADAL: “LA MIA DISPONIBILITÀ PER LA SPAGNA È MASSIMA”

Il numero uno del mondo Rafael Nadal si dichiara disposto ad aiutare la Spagna nella corsa verso l’ennesima Coppa Davis della sua storia
lunedì, 9 Aprile 2018

Tennis. Lasciatosi alle spalle un periodo abbastanza complicato e pieno di infortuni, Rafael Nadal è pronto a riprendersi anche il suo posto in Coppa Davis con l’intento di guidare la Spagna verso l’ennesimo trionfo in questa storica manifestazione.

La mia disponibilità da qui a fine anno è totale e il mio entusiasmo è massimo – ha confessato Nadal -. La prossima sfida è dopo l’ultimo Slam e ciò aiuta. Queste sfide ci riempiono di energie”.

“Aver vinto due partite con un buon punteggio, soprattutto oggi contro un diretto concorrente, mi trasmette energia positiva in vista di un periodo di stagione che è molto importante“.

È stata una partita emozionante – ha detto Nadal -. David era pronto per questi momenti. Si può vincere e perdere, ma ciò che David non avrebbe fatto era fallire.

Ha lottato su ogni punto. È una giornata importante perché per la prima volta da anni siamo in semifinale. Quando sei più avanti con l’età apprezzi molto questi momenti perché sai che finiranno”.

“Ora spero solo che il mio fisico risponda bene, perché da Shanghai sono stati cinque mesi complicati. Quando avevo recuperato dal ginocchio, in Australia è arrivata la lesione del Psoas e ho pianto di frustrazione, così come ad Acapulco.

Ho molta voglia di tornare a giocare e sono qui per provare a riuscirci. Non so se giocherò venerdì, vedremo come va la settimana”.

“Avrei giocato qualche Slam in meno pur di soffrire meno dolore. Nel corso della mia carriera, mi sono perso più tornei dei miei rivali. Gli infortuni sono la realtà di uno sportivo ma significa perdere tornei che non ritorneranno”.

“Onestamente non sapevo di esser tornato in testa al ranking, lo scorso anno ero contento di esser tornato in vetta, ma non gareggiando ti disconnetti dalle classifiche e pensi ad altro”.

“Spero sia una settimana positiva per noi, da Shanghai dello scorso anno è stato tutto abbastanza difficoltoso, spero di esser pronto”.

“L’attuale livello di gioco di Federer è il più alto che lo svizzero abbia mai raggiunto in tutta la sua carriera. Sta servendo in maniera impeccabile, vincendo l’80% e il 59% dei punti rispettivamente con la prima e con la seconda, il suo rovescio è un colpo molto più solido e incisivo rispetto agli anni d’oro, sono passate più di dieci stagioni.

Questo è ciò che gli ha permesso di battere Nadal con una facilità tale che mai, prima d’ora, aveva mostrato”.

Ferrer: “Ho cercato di dimenticare la sconfitta contro Zverev venerdì più rapidamente possibile. Ho parlato col capitano e sapevo che avrei avuto una nuova opportunità la domenica. E’ una vittoria molto speciale nella mia carriera”.

Cilic: “Se quest’anno riusciamo a vincere il titolo, nei prossimi anni mi concentrerò sulla mia carriera da singolarista, stando più attento ai periodi di riposo e preparandomi meglio per i tornei”.

 


Nessun Commento per “NADAL: "LA MIA DISPONIBILITÀ PER LA SPAGNA È MASSIMA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.