KUZNETSOVA: “RESTITUIREI I MIEI TROFEI PER UNA VITA FAMILIARE FELICE”

Davvero a cuore aperto l’intervista rilasciata dalla veterana russa Kuznetsova ai microfoni dell’emittente RT, tra cui spicca una frase ad dir poco emblematica
giovedì, 12 Aprile 2018

Tennis. Tra le super veterane del circuito femminile spicca senza dubbio il nome di Svetlana Kuznetsova, attuale numero 29 delle classifiche mondiali, che si è raccontata ai microfoni dell’emittente RT spaziando dalla carriera alla vita fuori dal tennis.

“Avevo già avuto un infortunio al ginocchio prima. Non posso dire quale processo di recupero sia stato più veloce, ma la riabilitazione sembra sia stata infinita”.

“Ora la situazione è migliorata, ma sento ancora dolore al polso dopo sessioni di allenamento particolarmente lunghe. Ho giocato poche partite dall’infortunio e sto cercando di fare il più possibile per essere in forma prima del Roland Garros”.

“Ho 32 anni ora e posso giocare per altre 2-3 stagioni, ma comunque poi dovrò trovare nuovi obiettivi e priorità nella vita. Darei indietro i miei trofei tennistici per una vita familiare felice”.

“Ho guardato la TV per tutto il giorno e ho seguito gli aggiornamenti su Instagram, ma non ho scritto nulla. Dopo aver letto i vari commenti della gente, non volevo fare nessuna preoccupazione.

Ero sopraffatta dalle emozioni e stavo male, ma scrivere che “siamo in lutto” non avrebbe cambiato niente. La cosa che mi dà fastidio, nel nostro paese, è che ci si preoccupa di certi problemi soltanto dopo una tragedia. Spero che cambi qualcosa”.

“A volte ci sono momenti in cui le emozioni esplodono. Quando hai 20 anni è possibile mostrarle, te lo puoi permettere.

Per molti giocatori è un modo per esprimere se stessi, ma io provo a restare calma, in modo da dare un buon esempio ai bambini. Se mi comportassi in un altro modo, sarebbe irrispettoso verso tutti quelli che mi vengono a vedere”. 

“Ho alcuni amici che conoscono il presidente. Quando ho tempo, mi piace guardare le partite di calcio. Le squadre che guardo più volentieri sono il Barcellona e la Juventus, esprimono un livello di gioco completamente diverso. 

I mondiali? Sono un grande risultato per la Russia e spero che tutto sarà organizzato nel migliore dei modi: voglio essere orgogliosa dei nostri atleti e del nostro paese. 

A causa dei miei impegni, non ho avuto modo di comprare i biglietti, me se avrò tempo andrò sicuramente a seguire qualche partita. Avrò un po’ di tempo libero dopo Wimbledon, vediamo che succede. Per ora non voglio fare piani”.

“Mi sono fatta operare dal dottor Vertreken, lo stesso che aveva operato in precedenza Bencic e Clijsters: ho parlato con entrambe prima di decidere.

Con Kim mi sono anche vista, siamo state a cena assieme, ricordando i vecchi tempi quando giocavamo entrambe nel circuito: è stato molto divertente. Soprattutto, Kim mi ha rassicurato con belle e sincere parole sul fatto che sarei tornata a giocare come prima“.


Nessun Commento per “KUZNETSOVA: "RESTITUIREI I MIEI TROFEI PER UNA VITA FAMILIARE FELICE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.