CHALLENGER MILANO: MAGER CEDE SOLTANTO IN FINALE

Ottima settimana quella del giovane sanremese davanti al pubblico amico del Challenger di Milano, ma il titolo finisce nelle mani di Djere
lunedì, 2 Luglio 2018

Tennis. Si conclude malamente l’avventura del nostro Gianluca Mager di scena davanti al pubblico amico del Challenger di Milano, evidenziando come il giovane sanremese sia stato capace di raggiungere l’ultimo atto per la prima volta in carriera a questo livello. Purtroppo non è riuscito a mettere la ciliegina sulla torta a dispetto di una folla che non ha davvero mai smesso di incitarlo.

A spezzare il suo sogno è stato il serbo Laslo Djere al termine di un monologo senza storia esemplificato dal punteggio conclusivo di 6-2 6-1 maturato dopo appena 57 minuti, frutto soprattutto della stanchezza mentale accumulata da Mager che non è mai riuscito ad imbastire quelle trame di gioco che gli avevano permesso di spingersi fino a quel punto.

L’obiettivo del portacolori azzurri sarà ora quello di dare continuità durante i prossimi appuntamenti del circuito Challenger, nella speranza di riuscire finalmente ad esprimere tutto quel talento che possiede in faretra.

Per Djere si prospetta invece l’approdo a Wimbledon dove farà il suo esordio nella prima giornata contro il nostro Paolo Lorenzi, in quella che dovrebbe trasformarsi in una battaglia all’ultimo sangue.

Da rimarcare poi i quarti di finale raggiunti da un ottimo Andrea Arnaboldi capace di esaltarsi davanti al suo pubblico, ma obbligato alla resa dinnanzi al veterano olandese Thiemo De Bakker apparso decisamente più fresco alla distanza. Il tennista milanese si era anche tolto lo sfizio di estromettere il connazionale Gianluigi Quinzi al secondo turno, a coronamento di quella che è stata forse la partita più intrigante dell’intera kermesse meneghina.


Nessun Commento per “CHALLENGER MILANO: MAGER CEDE SOLTANTO IN FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.